In giro per Maglie con un fucile ad aria compressa

Tre ragazzi giovanissimi, tra i 17 e i 19 anni, sono stati denunciati per danneggiamento

I Carabinieri di Otranto, coadiuvati da quelli del Nucleo Radiomobile di Maglie, hanno denunciato all’autorità competente, in stato di libertà, un 19enne di Scorrano e due giovani di Maglie rispettivamente di 19 e 17 anni, ritenute responsabili di danneggiamento su dieci autovetture in sosta lungo una via del centro del Maglie. Uno di loro dovrà rispondere inoltre di porto abusivo di arma giocattolo priva di tappo rosso. Il terzetto, dopo essere stati intercettati dai militari, a seguito di segnalazione anonima giunta al 112 e che descriveva 3 giovani a bordo di una Fiat Punto bordeaux con uno armato di fucile proteso fuori dal finestrino intenti a danneggiare auto spaccando specchietti retrovisori e rigando le fiancate, è stato sottoposto a perquisizione. Nel corso della stessa sono stati rinvenuti e sottoposti a sequestro: un fucile giocattolo replica tipo m16-air con caricamento a molla per lancio pallini in plastica, dotato di 2 puntatori laser; 2 borracce per caricamento, contenenti complessivi 487 pallini in plastica per arma suddetta; parti di specchietti retrovisori relativi ad autovetture precedentemente danneggiate e arnesi vari atti al danneggiamento ( una piccola spranga di ferro e un cacciavite).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!