Parco di S. Andrea, una realtà blindata

Il sindaco Venneri commenta con soddisfazione la sentenza delle Sezioni Unite della Cassazione

“Il Parco Naturale Punta Pizzo-Isola di S. Andrea, che nel 2003 l'Amministrazione Comunale ha saputo e voluto consegnare alla città difendendo il suo polmone verde, è diventata di fatto una realtà blindata da qualsiasi attacco ed insidia esterna. È un momento di viva soddisfazione per chi, come noi, si è speso con convinzione e senza tentennamenti per garantire alle future generazioni l'inviolabilità del principale bene naturalistico di Gallipoli, evitando e cancellando così in via definitiva aggressioni selvagge e indiscriminate”. Così il sindaco Giuseppe Venneri commenta le sentenze delle Sezioni Unite della Cassazione che, accogliendo i ricorsi per regolamento di giurisdizione proposti dal Comune di Gallipoli (difeso dall'avvocato Pietro Quinto) ha evidenziato come unico giudice della legge regionale istitutiva del Parco sia solo ed in via esclusiva la Corte Costituzionale che in altre circostanze si è già pronunciata per la conformità ai principi costituzionale della legge istitutiva del Parco gallipolino. “Credo – ha concluso il primo cittadino – che questa sentenza abbia segnato un importante e quanto mai auspicato punto di non ritorno relativamente all'esistenza stessa del Parco, un oasi verde a servizio non solo della nostra città ma dell'intero Salento”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!