Tondo alla Fersino “Hai usato Io Sud per la carica di vice”

Angelo Tondo attacca Francesca Fersino accusandola di aver usato il partito con l’intento di ottenere un posto in Amministrazione Comunale

Commenti duri dai vertici di “Io Sud” per la clamorosa fuoriuscita di Francesca Fersino, vicesindaco di Casarano, e del gruppo consiliare dal movimento. Angelo Tondo, responsabile provinciale del movimento della senatrice Adriana Poli Bortone, accusa l’assessore Fersino di aver usato “Io Sud” per raggiungere l’ingresso in giusta e la carica di vice di Ivan De Masi. “La “performance” prima e poi le dichiarazioni della vicesindaco di Casarano ci hanno profondamente deluso da diversi punti di vista, sia politici che personali – attacca in una nota Tondo – innanzitutto, Francesca Fersino, ha utilizzato Io Sud, aderendo al movimento solo e soltanto per ottenere un posto in amministrazione. Una scelta politica legata a logiche di poltrona e non a decisioni adottate per il bene del territorio e della collettività”. Secondo Tondo, avrebbe dovuto essere proprio la Fersino ad organizzare il movimento a Casarano “quale persona-politica dotata di esperienza e di ruoli autorevoli, ben più autorevoli di quelli attribuiti ad altre persone a cui lei oggi andrebbe ad addebitare responsabilità di mancata organizzazione. Oltre agli onori – puntualizza Tondo – Francesca avrebbe dovuto farsi carico anche degli oneri, cioè delle responsabilità che derivano da un deludente riscontro elettorale piuttosto che addebitarle ad altri. Insomma – conclude la nota – ci saremmo aspettati da lei un impegno maggiore, se non altro per riconoscenza a quel movimento che ha assicurato (a questo punto dico: “come lei aveva ben congegnato”) il secondo scranno di palazzo di Città. Resta solo delusione per la fiducia data a chi ha solo scelto per convenienza ed opportunismo un percorso politico”. Il “gruppo Fersino”, costituito anche dai consiglieri comunali Emanuele Legittimo, massimo D’Aquino e Aurelio Bello, entrò in “Io Sud”, e quindi nella maggioranza che sostiene il sindaco De Masi, subito dopo le elezioni amministrative del 2009. Il sindaco, però, ha più volte precisato che il sostegno del “gruppo Fersino” si fonda non su basi politiche, ma sulle sue linee programmatiche sulla sua azione di governo per il miglioramento della nostra Città. Sulla vicenda ha replicato anche il commissario cittadino del movimento, Fernando Rizzello, precisando che il “gruppo Fersino” non avrebbe «mai dato modo al sottoscritto di poter svolgere il suo ruolo di Responsabile cittadino in modo completo, conducendo la loro azione politica autonomamente e distaccata dal movimento Io Sud”. “Il direttivo da me nominato – precisa la nota – fu immediatamente bloccato dai signori in questione, ritenendolo forse un organismo “fastidioso” in quanto conteneva al suo interno non solo personalità del “gruppo Fersino”. Successivamente al sostegno dato dai signori citati nella campagna elettorale appena trascorsa al Partito Democratico e a Nichi Vendola – conclude Rizzello – non accetto nessun insegnamento di coerenza; sarò giovane e avrò tanto da imparare, ma non accetto e mai accetterò lezioni da chi ha fatto della propria esperienza politica un giro di sigle, di partiti e “di poltrone”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!