A Pasqua prenotazioni in aumento

Tante le richieste giunte dal mercato straniero per alberghi con Spa e masserie. Mandurino, dell'Apt di Lecce: “Il dato positivo ci lascia ben sperare per tutto il 2010”

Le stime sulle prenotazioni confermano una ripresa del mercato turistico per le festività pasquali 2010 nel Salento. Anche se non si può parlare di un’inversione di tendenza clamorosa, i dati del progetto «Monitor» dell’Apt di Lecce segnalano comunque un incremento del 3% rispetto alla Pasqua 2009, grazie anche alle richieste giunte dal mercato straniero per alberghi con centro benessere, e masserie. Le vacanze pasquali saranno caratterizzate da una durata breve, in media 2,5 giorni, con un movimento concentrato tra il 2 e il 5 aprile. Tra le tipologie di soggiorno richieste, prevale quella individuale ma la presenza di gruppi organizzati risulta maggiore rispetto alla media annuale. Le rilevazioni di «Monitor» sono state effettuate presso agenzie viaggi e strutture ricettive (alberghi, campeggi, agriturismi, bed & breakfast e case vacanze, per un totale di 6.206 posti letto pari a circa il 10% della ricettività del territorio) individuate in quattro aree: Lecce e hinterland; Porto Cesareo-Gallipoli-Ugento-Nardò; Salve-Leuca-Tricase-Santa Cesarea Terme; Otranto-Melendugno-Maglie-Grecìa Salentina. Riscuotono un buon successo, indistintamente, tutte le tipologie di strutture ricettive sia alberghiere che extralberghiere, in particolare le dimore storiche e bed & breakfast di borghi e centri storici, le masserie e gli agriturismi. Ma l’aumento delle presenze, come si diceva, si registra soprattutto nelle strutture alberghiere dotate di Spa (“Salus per aquam”), segno che la vacanza benessere inizia a essere un fenomeno degno di nota anche nel Salento. La gran parte dei turisti che soggiorneranno nel Leccese provengono oltre che dalle altre province pugliesi, anche da Campania, Lazio, Lombardia ed Emilia Romagna. Interessante è poi il dato che riguarda la presenza di stranieri presso le strutture di Lecce, Otranto e Gallipoli, più evidente, in percentuale, rispetto ad altri periodi dell’anno. Provengono soprattutto da Germania, Svizzera, Francia, Austria e Gran Bretagna. «Il dato positivo delle prenotazioni a Pasqua rispetto all’anno scorso», dice raggiante Stefania Mandurino, commissaria dell’Apt di Lecce, «ci lascia ben sperare circa un’ulteriore crescita del turismo salentino nel 2010, anche rispetto ad un anno, il 2009, in cui il Salento si è distinto, positivamente, rispetto al dato nazionale». Poi aggiunge: «I tradizionali riti della Settimana Santa arricchiscono un prodotto turistico culturale, in cui l’elemento paesaggistico ed antropologico e la ricettività in strutture sia alberghiere che tipiche trovano complemento nelle numerose iniziative di accoglienza organizzate dalla comunità religiosa, enti e operatori privati. Le vacanze pasquali sono il primo importante test per l’andamento dei prossimi mesi e i primi segnali dal mercato internazionale sono incoraggianti. Gli stranieri, infatti, scelgono soggiorni brevi e guardano con grande interesse alle proposte di una vacanza in Italia per scoprire luoghi d’arte, tradizioni come quelle pasquali salentine, natura, benessere e sapori autentici, una vera attrazione turistica che funziona tutto l’anno».

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!