Mozart a S. Croce. Tutta la spiritualità di Pasqua

Dopo il successo del maestro Salvatore Accardo torna l’Orchestra della Fondazione Ico, il giorno di Pasqua, con musiche nate per essere eseguite in chiesa. Il 9 aprile al Politeama il maestro Alfonso Scarano

di Daria Ricci Tanti applausi. Una Orchestra splendida, quella della Fondazione Ico, diretta magistralmente dal maestro Salvatore Accardo. Ancora uno sguardo e una riflessione sui giovani, questa volta da parte di Accardo che ha detto che “bisogna educare i giovani ad ascoltare la musica colta, accompagnarli ad ascoltare un concerto; poi decideranno se amarla – ha aggiunto -. La musica ha anche una ragione sociale, può contribuire a salvare un Paese, basta guardare al Venezuela dove, grazie alla musica, si stanno salvando tanti giovani. Non c’è niente che ti dia una emozione come un concerto dal vivo”. Ed ecco che per questa “Primavera mozartiana” della Fondazione Ico, domenica 4 aprile, l’orchestra sarà impegnata in un Concerto spirituale di Pasqua nella splendida cornice di Santa Croce (ingresso gratuito), con musiche nate per essere eseguite in chiesa. Ascolteremo di Mozart “Sonata da chiesa in do maggiore per archi e organo obbligato k336” e “Exultate, jubilate per soprano e orchestra k165”; di Gabrieli, “Sonata Pian Forte per ensemble di ottoni”, trascrizione di Marcello Panni; di Frescobaldi, “Toccata duodecima e Canzone terza per ensemble di strumenti a fiato”, trascrizione di Paolo Arcà. Di Bach, “Cantata BWV 51 Jauchzet Gott in allen Landen per soprano, tromba, archi e basso continuo”; di Vivaldi, “Concerto in la minore, RV 522 per due violini, archi e basso continuo” da “L’estro armonico op. 3”. “Con tutta la loro ricchezza di splendide architetture barocche, la città e la provincia di Lecce si presterebbero moltissimo a una bella rassegna di musica sacra” ha detto il maestro Marcello Panni, direttore artistico e principale della Fondazione. Il 9 aprile il maestro Alfonso Scarano dirigerà l’Orchestra e ascolteremo musiche di Johann Sebastian Bach, di Mozart e “Rossiniana” di Ottorino Respighi. Il pomeriggio alle 18.00 nel foyer del Politeama Greco, Guido Barbieri introduce il concerto con una conversazione.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!