I riti della Settimana Santa nel Salento

GUARDA I VIDEO. Trasporto e guide turistiche gratuiti per i turisti che venerdì e sabato vogliono partecipare ai riti di Gallipoli, Maglie, Cerfignano e Botrugno. Mandurino, dell'Apt di Lecce: “Abbiamo aggiunto un altro importante tassello nella costruzione della rete del turismo culturale e religioso”

E’ all’insegna della spiritualità e della tradizione popolare il percorso di fede tracciato in occasione della Pasqua 2010 per i turisti che festeggeranno nel Salento la Resurrezione di Cristo. Anche quest’anno l’Apt di Lecce ha infatti sostenuto i riti della Settimana Santa che venerdì e sabato si concluderanno animando i centri storici con suggestive e antiche processioni. Il programma è stato presentato stamani dalla commissaria dell’Apt di Lecce Stefania Mandurino e dai rappresentanti istituzionali dei comuni interessanti dagli eventi: Gallipoli, Maglie, Cerfignano e Botrugno. All’incontro ha preso parte anche Gaetano Armenio, presidente dell’Associazione culturale “Opera” di Molfetta e coordinatore del progetto di promozione turistico-religioso “I Luoghi della Passione in Puglia” promosso dall’Assessorato regionale al Turismo. Tra i protagonisti di questa rete regionale pubblico-privata del sacro coordinata da “Opera” di cui fanno parte Confraternite, Enti pubblici, Associazioni turistiche e Aziende private, figurano due realtà salentine radicate nella tradizione millenaria: Gallipoli, con la “Processioni della Tomba di Cristo, detta de L’Urnia”, quella della “Desolata”, e l’Unione dei Comuni della Grecìa Salentina da anni in prima fila con i “Canti di Passione”. Ma anche Maglie, Cerfignano e Botrugno, pur non aderendo al progetto regionale di “Opera”, fanno parte della rete di promozione curata dall’Apt di Lecce, che per l’occasione ha organizzato un programma di accoglienza che comprende il trasporto gratuito in pullman da Lecce dei turisti che vogliono assistere agli eventi e approfondirne la conoscenza; e pacchetti soggiorno con pernottamento in hotel 2, 3, 4 e 5 stelle, town & country house superior e town & country house standard e residence: l’organizzazione tecnica è curata dalle Agenzie Viaggio di “Salento Aperto tutto l’anno”. “Un’organizzazione che negli anni si fa sempre più mirata e attenta alle esigenze dei territori”, ha detto la commissaria Mandurino sottolineando l’importanza strategica della collaborazione con le amministrazioni locali (in conferenza stampa era presente Antonio Fitto sindaco Maglie, Giuseppe Venneri sindaco di Gallipoli, Daniele Cretì sindaco di Santa Cesarea Terme), enti (Antonio Rizzo dirigente del Settore Turismo della Provincia di Lecce), Associazioni di categoria (Mimmo De Santis di Federalberghi di Lecce, Confraternite e Associazioni culturali (Francesco Fontò di “Gallipoli Nostra” e Pantaleo Rielli di ”Salento Griko”). “Gli eventi religiosi e folcloristici – ha spiegato ancora Mandurino – sono una componente decisiva per aprire nuove finestre sul mercato delle vacanze e soddisfare la domanda, ma anche per non abbassare la guardia rispetto alla necessità di tutelare e valorizzare le nostre ricchezze: turismo religioso e culturale devono far parte di un sistema di offerta turistica moderno che sia capace di coniugare gli elementi di identità storica con la tipicità dei luoghi, dei suoi prodotti eno-gastronomici di eccellenza e, soprattutto, con la loro piena sostenibilità e fruibilità”. Anche nel Salento il segmento del turismo religioso è in forte rilancio. E’ quanto emerge, tra l’altro, dai dati elaborati dell’Osservatorio dell’Apt di Lecce sui flussi nei paesi e città direttamente interessati da tre eventi per i quali la promozione è stata mirata e incisiva: “Tavole di San Giuseppe”, Natale e Pasqua. Nel 2008 gli arrivi sono stati 23.696, mentre le presenze hanno sfiorato quota 50mila, con una permanenza media nella strutture ricettive di 2 giorni. Nel 2009 la domanda è stata di gran lunga più alta: basti dire che in occasione delle Tavole di San Giuseppe e della Pasqua il movimento turistico è cresciuto sensibilmente rispetto all’anno prima, passando da 14.517 a 20.780 arrivi, con una differenza percentuale pari a +43,14% di arrivi e +39,26% di presenze. Insomma, le premesse per un altro exploit ci sono tutte. PROGRAMMA 2010 Le “Strade della Passione” nel Salento sono un viatico importante: non c’è paese o città che in questi giorni non viva la festività della Pasqua nel segno della partecipazione e della tradizione, anche culinaria. Di particolare richiamo, come detto, sono i riti del Venerdì e Sabato Santo a Gallipoli, Maglie, Cerfignano e Botrugno per partecipare ai quali l’Apt ha predisposto un apposito servizio gratuito di bus, con partenza da Lecce, e guide turistiche. Per la “Processione dei Misteri” che si tiene a Maglie venerdì 2 aprile la partenza è fissata alle ore 15 dal City Terminal di Lecce (Info: 0836.489203); per la “Processione dei Sacri Misteri” delle ore 20 a Cerfignano, la partenza è prevista alle ore 19 (Info 0836 944043) mentre per l’evento di Botrugno bisognerà alzarsi all’alba: la processione è al mattino, il pullman parte alle ore 6 (Info: 0836.944043). Più articolato è il programma inerente gli eventi di Gallipoli: per chi vuole partecipare alla “Processione della Tomba” la partenza è prevista il 2 aprile sempre dal City Terminal di Lecce alle ore 15; mentre per chi, sabato 3, sceglie la “Processione della Desolata”, la partenza è fissata alle ore 8 (Info: 0833.262529). A Gallipoli i turisti che stanno già sul posto potranno contare anche su un servizio supplementare predisposto dall’Associazione Gallipoli Nostra (Info: 349.5743456) che ha curato le passeggiate in città in concomitanza con le visite ai “Sapurchi”, alle due processioni e con gli eventi che il 4 aprile accompagnano il tradizionale rito della “Caremma” a Corte Gallo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!