Vendola trionfa con il 48,7% delle preferenze

Lo spoglio si è chiuso in tempi “record” alle prime ore del mattino. Rocco Palese si ferma al 42,25%, mentre Adriana Poli Bortone conquista l'8,7%

Nichi Vendola è riconfermato governatore pugliese con il 48,69% delle preferenze. Rocco Palese si ferma al 42,25%. Adriana Poli Bortone conquista l'8,7%, Michele Rizzi appena lo 0,3%. I dati definitivi con 4003 sezioni su 4003 scrutinate in tutta la Puglia sono arrivati intorno alle 6 del mattino. In provincia di Lecce, il risultato percentuale è: 45,05 per Nichi Vendola; 44,15% per Rocco Palese; 10,53 per Adriana Poli Bortone; 0,27% per Michele Rizzi. ore 20.00 Il distacco tra Nichi Vendola e Rocco Palese sembra ormai incolmabile. Le proiezioni delle ore 20 fornite dall'istituto Piepoli ed i dati resi noti dalla Prefettura di Bari alla stessa ora confermano il governatore uscente nettamente in vantaggio rispetto all'avversario diretto Rocco Palese. La Prefettura ha elaborato il voto di 551 sezioni sul totale di 4.003: il risultato è una percentuale del 50,2% per Vendola e del 41,5% per Palese. Nella proiezione di Piepoli, il presidente uscente si assesta sul 47,7%; il candidato del centrodestra sul 43,9; Adriana Poli Bortone avrebbe totalizzato 8,1% di preferenze; Michele Rizzi, lo 0,3%. 18.30 Terza proiezione: Vendola in testa La terza proiezione Piepoli conferma Vendola in testa con il 46,8% La terza proiezione Piepoli su 30mila schede scrutinate conferma i risultati resi noti dallo stesso istituto nelle scorse ore: Nichi Vendola in testa con il 46,8%; a seguire Rocco Palese con il 44,7%, Adriana Poli Bortone con l'8,2% e Michele Rizzi con lo 0,8%. ore 18.20 I primi dati della Prefettura: Vendola al 54,2% La Prefettura di Bari comunica i risultati in 36 sezioni su 4.003. Dati assolutamente parziali, secondo i quali Vendola sarebbe al 54,2% La Prefettura di Bari ha reso noti i dati relativi alle prime 36 sezioni regionali scrutinate. Si tratta di un dato moto parziale dal momento che le sezioni sono in tutto 4.003. Tuttavia conferma la tendenza che si è delineata fino ad ora, ovvero il vantaggio di Nichi Vendola sugli altri candidati. Il governatore uscente avrebbe totalizzato il 54,2% delle preferenze; Rocco Palese il 38,6%; Adriana Poli Bortone il 7,1%; Michele Rizzi sarebbe fermo allo 0,2% dei consensi. ore 18.00 Pragma rettifica: Vendola a +5 Pragma rettifica: con il 47,4% Nichi Vendola è in vantaggio di cinque punti su Rocco Palese Pragma smentisce i risultati resi noti negli scorsi minuti. In Puglia non ci sarebbe un testa a testa tra Rocco Palese e Nichi Vendola. Tutt'altro: con il 47,4% Vendola sarebbe in vantaggio sul candidato di centrodestra di ben cinque punti percentuali. Palese sarebbe infatti fermo al 42,4%. La percentuale di preferenze per la Poli Bortone è stata rettificata al 9%. Questi dati sono dunque in linea con le previsioni di Piepoli. ore 17.30 Proiezioni Pragma: Palese e Vendola quasi pari Proiezioni Pragma: testa a testa tra Vendola e Palese. Quest'ultimo lievemente in testa con il 42,9% Le proiezioni “Pragma” mandate in onda dalla Rai illustrano una situazione molto diversa rispetto a quella descritta dalle previsioni Piepoli. Secondo questo istituto di rilevazione, Rocco Palese sarebbe in vantaggio su Nichi Vendola con il 42,9% dei consensi; al governatore uscente andrebbe il 42,5%; molto alta la percentuale di Adriana Poli Bortone: per lei ben il 14,4%; per Michele Rizzi lo 0,2%. ore 17.00 20mila schede: Vendola consolida il vantaggio “Pensiamo che il risultato sia definitivo. Anzi ci attendiamo un salto di Vendola con la terza proiezione nella quanle saranno conteggiati i voti dei singoli candidati e dei partiti”. Così il sondaggista Piepoli, nel presentare la seconda proiezione ufficiale sulla base delle prime 20mila schede scrutinate. Secondo il secondo conteggio, Nichi Vendola è al 46,7%; Rocco Palese al 44,4%; Adriana Poli Bortone all'8,4%; Michele Rizzi allo 0,5%. ore 16.00 Prime 10mila schede: Vendola al 46,9% Prima proiezione dell'istituto Piepoli sulla base di 10mila schede scrutinate: Vendola al 46,9% Prima proiezione ufficiale dell'istituto Piepoli su 10mila schede scrutinate in 80 seggi: in base ai primi dati, il vantaggio di Nichi Vendola è ancora maggiore rispetto a quanto previsto prima di aprire le prime schede. Il governatore uscente raggiungerebbe il 46,9% dei consensi; Rocco Palese il 44,3%; Adriana Poli Bortone l'8,4%; Michele Rizzi lo 0,4%. Nicola Fratoianni, coordinatore regionale di Sinistra, ecologia e Libertà: “Ci aspettiamo un risultato ancora più positivo ma andiamoci piano”. ore 15.30 Istituto Piepoli: Vendola vittorioso Regionali pugliesi. Secondo le previsioni dell'istituto Piepoli, Nichi Vendola dovrebbe vincere le elezioni con il 46% dei consensi Stando alle previsioni dell'istituto Piepoli, Nichi Vendola dovrebbe vincere le elezioni regionali con il 46% dei voti. Dopo di lui, sempre secondo il sondaggio, Rocco Palese con il 44,5% dei consensi. Adriana Poli Bortone, la candidata del terzo polo, dovrebbe fermarsi al 10% dei voti; Michele Rizzi allo 0,5%. Un aggiornamento sull'affluenza (ma il dato non è ancora definitivo): dovrebbe essere andato a votare il 54,80% degli elettori. Ore 15 Seggi chiusi. Vendola a +4 Tempo scaduto per esprimere il proprio voto. Hanno appena preso il via le operazioni di spoglio. Dai primi exit poll Vendola è in vantaggio di 4 punti I seggi sono chiusi. L’astensionismo si è confermato alto anche nella seconda giornata di elezioni. E’ andato al voto circa il 60% degli aventi diritto. Ciò, stando alle previsioni dei giorni scorsi, potrebbe penalizzare il centrodestra e invece favorire il centrosinistra. Dai primi exit poll il presidente uscente Nichi Vendola parrebbe in vantaggio di circa 4 punti percentuali sul candidato di centrodestra Rocco Palese; la terza candidata, Adriana Poli Bortone, del terzo polo, sembrerebbe attestarsi attorno al 10%. Ma si tratta di percezioni e non ancora dati risultanti dallo spoglio; sono pertanto assolutamente variabili.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!