Domani la Giornata di donazione del sangue in Provincia

Dalle 8.30 alle ore 12, nell’atrio di palazzo dei Celestini a Lecce, l’autoemoteca del “Vito Fazzi” sarà a disposizione di tutto il personale e degli amministratori della Provincia che vorranno donare il sangue

Domani mattina, a partire dalle 8.30 fino alle ore 12, nell’atrio di Palazzo dei Celestini, sarà posizionata l’autoemoteca dell’Ospedale Vito Fazzi di Lecce, a disposizione di tutto il personale e degli amministratori della Provincia che vorranno realizzare un gesto di grande solidarietà attraverso la donazione del sangue. La “Giornata di donazione del sangue”, organizzata dalla Provincia di Lecce e dall’Associazione Salentina Donatori di Sangue (Asdovos), su proposta del segretario della Rsu della Provincia di Lecce Giovanni Manzo, è stata presentata a palazzo Adorno. All’incontro sono intervenuti l’assessore al Personale Pierluigi Pando, il primario del centro Trasfusionale dell’Ospedale Vito Fazzi di Lecce Fernando Valentino, il segretario provinciale dell’Asdovos Giuseppe Lezzi ed il segretario della Rsu della Provincia di Lecce Giovanni Manzo. “Questa iniziativa è per me particolarmente sentita. Era un mio sogno portare avanti un progetto di grande solidarietà capace di coinvolgere un ente con 750 dipendenti. Il mio impegno personale è quello di dare cadenza periodica a questo evento, che sicuramente ripeteremo a dicembre. Attraverso questo appuntamento mi auguro di entrare nelle case dei nostri dipendenti e sensibilizzare, con questo gesto d’amore, anche i loro familiari”, ha dichiarato l’assessore Pando. “La Giornata di donazione del Sangue rappresenta, inoltre, anche una efficace azione di prevenzione in quanto ai partecipanti saranno inviati a domicilio gratuitamente tutti gli esami clinici completi”, ha concluso l’assessore al Personale. “La problematica relativa alla carenza di donazioni nel nostro territorio – ha dichiarato il segretario Rsu Giovanni Manzo – deve coinvolgere tutti, quindi anche i dipendenti pubblici devono fare la loro parte. Come segretario della Rsu provinciale mi sento chiamato in causa per attivarmi in una campagna di sensibilizzazione sul tema all’interno dell’ente. A tal proposito sottolineo che, se questa mia proposta si sta realizzando, è grazie all’intervento diretto dell’assessore al Personale Pierluigi Pando, il quale ha compreso l’importanza della questione e l’ha fatta propria, e di questo lo ringrazio”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!