A Lecce un corso di blending

Dal 22 al 24 marzo presso l'Aprol un corso sull'arte delle miscele nella produzione di olio extravergine d'oliva di qualità

La società Aprol, organizzazione di produttori olivicoli della provincia di Lecce, nell’ambito dei programmi di attività delle organizzazioni di operatori del settore oleicolo per la campagna 2009, organizza un corso di blending che avrà luogo nei giorni 22, 23 e 24 marzo presso la sala riunioni della sede leccese in via Bernardini 11. Il corso sarà tenuto da Andrea Giomo, docente di Analisi Sensoriali presso la Facoltà di Agraria – Università Politecnica delle Marche – Ancona e membro del Consiglio oleicolo internazionale. Le tre giornate prevedono un ricco programma di argomenti, tra cui: la teoria della miscele, dall’assaggiatore professionista all’analisi sensoriale, lo stimolo, la trasduzione, le soglie, gli odori, la determinazione del profilo sensoriale, il nuovo mercato. Sono previste anche delle ore dedicate agli strumenti per l’interpretazione del “gusto” del mercato in parametri di produzione, alla gestione del sistema di blending che va dalla scelta della materia prima alla strategia vera e propria, alla fase di controllo con l’integrazione chimico-sensoriale. Il corso si concluderà poi con alcune prove pratiche realizzate con oli extravergini monovarietali ed una prova finale di blending e di valutazione dell’apprendimento. Gli interessati alla frequenza del corso possono mettersi in contatto con la segreteria organizzativa: tel. 0832/280200 – fax 0832/280228 o attraverso il sito ufficiale dell'Aprol: www.aprol.it

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!