Gallipoli. Un nuovo assetto alla viabilità

Una serie di interventi previsti dall'amministrazione comunale e programmati grazie al sodalizio con l'associazione “Città Nuova”

Una serie di interventi per migliorare e rendere più ordinata la viabilità del Peep 3, zona di nuovo insediamento urbano. Questo l'obbiettivo dell'amministrazione comunale, riuscita nell'intento di alleggerire il traffico automobilistico, mediante l'istituzione del senso unico nelle vie Arditi e De Giorgi. In via Arditi il senso unico ha snellito l'intensità e reso più fluida la circolazione stradale, risultato raggiunto anche mediante altri interventi. “Un risultato, quello della razionalizzazione della viabilità – ha commentato l'assessore alle Periferie, Giovanni Pisanello – che testimonia da un lato l'attenzione che l'Amministrazione Comunale ripone nei confronti del Peep, con interventi tesi a migliorarne la vivibilità e dall'altro il positivo dialogo che sussiste con l'associazione “Città Nuova”, realtà che opera in modo meritorio nel quartiere, collaborando con spirito costruttivo con il nostro esecutivo”. Parole che trovano conferma nell'intervento a riguardo di Nicola Ripa, presidente del sodalizio “L'associazione – ha spiegato – esprime compiacimento per quanto realizzato dall'amministrazione comunale, frutto di varie segnalazioni di questo sodalizio, seguiti da proficui incontri con gli assessori Barba e Pisanello. Anche se, come sempre accade nei primi tempi di un “cambiamento”, i nuovi sensi unici creano qualche disorientamento e provocano brontolii da parte di qualche automobilista, bisogna comunque dire che è stata sicuramente attuata una buona soluzione per il traffico nel quartiere. Questo è sicuramente un segnale di attenzione di questa Amministrazione ai problemi del Peep 3″.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!