Oltre 18 milioni per la portualità pugliese e salentina

Siglato oggi l’accordo di Programma Quadro in materia di portualità turistica tra il Ministero dello Sviluppo Economico, il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti e la Regione Puglia

Firmato questa mattina l’accordo di Programma Quadro in materia di portualità turistica tra il Ministero dello Sviluppo Economico, il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti e la Regione Puglia per un finanziamento di 18 milioni 800 mila euro. “L’accordo firmato -dichiara la Vicepresidente Loredana Capone- è un intervento di straordinaria portata per la Puglia, per il turismo e per la riqualificazione territoriale. Per il Salento, in particolare, si tratta di un’occasione eccellente per dotarsi di infrastrutture. Un’occasione che abbiamo colto e percepito con impegno e perspicacia in questi ultimi 7 mesi di attività. Abbiamo infatti messo a punto una strategia integrata di interventi tra la nautica, le infrastrutture, il turismo e lo sviluppo economico che ci ha portato a questo importe risultato della firma dell’Accordo di Programma. La Puglia è la prima Regione in Italia a firmare un accordo di tal natura e il salento può vantare la riqualificazione dei suoi porti e uno stimolo per le imprese come mai prima nel settore”. “La riqualificazione dei porti – continua Loredana Capone – a partire da quelli immediatamente finanziati di Gallipoli, Trani e Brindisi, determinerà non soltanto uno straordinario slancio per i settori della edilizia e dell’infrastrutture, ma anche per quelli della nautica dei servizi , del turismo e del commercio. Il Salento e la Puglia potranno davvero fregiarci di essere l’approdo del mediterraneo, penisola stupenda per il suo paesaggio ma anche finalmente accessibile per le sue infrastrutture. E queste infrastrutture saranno ecosostenibili perché saranno porti rispettosi dell’ambiente e della bellezza dei luoghi”. “Avverto sinceramente – conclude la vicepresidente della Regione – la soddisfazione per avere contribuito insieme al Presidente Vendola e agli altri Assessori della giunta ad un nuovo slancio del salento, che si prepara davvero e concretamente con questo investimento ad essere l’approdo centrale del mediterraneo”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!