Omicidio Basile: la difesa denuncia una fuga di notizie

di Andrea Morrone

Si apre un nuovo capitolo nell’inchiesta sull’omicidio di Peppino Basile, il consigliere dell’Idv assassinato la notte del 15 giugno 2008 a Ugento. I legali dei due Colitti, accusati dell’omicidio e attualmente in carcere, presenteranno una denuncia contro ignoti per violazione del segreto istruttorio. Una “fuga di notizie” che secondo l’avvocato Francesca Conte, uno dei difensori dei due indagati, rischia di inquinare e compromettere non solo l’intera inchiesta, ma anche la posizione dei suoi assistiti. Il collegio difensivo, infatti, non ha gradito le notizie apparse su alcuni quotidiani locali riportanti particolari significativi dell’incidente probatorio svoltosi lo scorso 23 dicembre (riguardante l’audizione della piccola super-testimone e del fratellino), e le indiscrezioni trapelate nei giorni scorsi sui nuovi interrogatori compiuti dagli inquirenti trai i vicini di casa della vittima ed altri conoscenti e che avrebbero confermato i cattivi rapporti intercorsi tra Basile e i Colitti. Nei prossimi giorni i legali di Vittorio Colitti e suo nipote Luigi presenteranno anche istanza di scarcerazione (rispettivamente alla procura ordinaria e a quella per i minori) per i due indagati, un altro passo decisivo per valutare la solidità della tesi accusatoria.

Leave a Comment