Accordo di programma. De Masi risponde all’opposizione

Casarano, Comune capofila di Area Vasta Sud Salento, non ha ricevuto finanziamenti nell’Accordo di programma. Il sindaco: “Sbagliato ragionare per campanili”

“Casarano ha alle spalle una lunga storia di governo di processi sovra-territoriali che si affrancano da una logica di campanile”. L’ufficio di Area Vasta e il sindaco Ivan De Masi rispondono alle polemiche accese dall’opposizione di centro-destra che aveva sottolineato il fatto che Casarano, comune capofila di Area Vasta Sud Salento, non abbia ricevuto finanziamenti nell’Accordo di programma, accusando tra l’altro Palazzo dei Domenicani di “incapacità politico-amministrativa”. L’ufficio che gestisce il piano strategico sottolinea che l’accordo finanziato con 29 milioni di euro è solo il “primissimo step di un programma pluriennale, molto più lungo, articolato, e ricco di risorse”. “Polemizzare solo sul primo gradino – prosegue la nota – non consente di cogliere la portata complessiva del progetto in esame. La questione non è se Casarano abbia ottenuto risorse, in questo primo accordo stralcio, ma se Area Vasta, nel suo dispiegarsi, sia motore di un processo strategico di rilancio e di sviluppo. E’ su questo che è opportuno discutere, con più pacatezza e meno superficialità”. Nessuna bocciatura e nessun mancato riconoscimento, quindi, spiegano da piazzetta D’Elia, insistendo sui tempi lunghi dell’attuazione del progetto che dovrebbe portare benefici anche per il comune capofila. “Il Comune di Casarano è oltremodo impegnato – continua la nota – perché il Piano strategico di Area Vasta, valutato più che positivamente dalla Regione, sia utile e funzionale allo sviluppo di un intero territorio, perché tutto il patrimonio architettonico ed ambientale del Sud Salento, non solo quello casaranese, sia adeguatamente valorizzato, recuperato, finalizzato ad uno sviluppo culturale e turistico”. De Masi, invece, dopo aver sottolineato di non essere tra i soggetti che hanno contribuito alla stesura del piano, invita l’opposizione al dialogo. “All’epoca della sua stesura – evidenzia il sindaco – non ricoprivo ancora alcuna carica istituzionale. Nonostante ciò, consapevole del buon lavoro svolto da chi mi ha preceduto, sarei stato molto felice di evitare questa polemica, per poter invece discutere, insieme all’opposizione e a tutta la città, sulle opportunità che il Piano Strategico porterà al territorio del Sud Salento e alla città di Casarano. Ci terrei però a sottolineare – osserva De Masi – che essere Comune capofila non significa contrattare solo per sé; cosa, peraltro, impossibile. Significa, invece, essere alla guida di una intera area territoriale. Siamo già impegnati su un Programma di rigenerazione urbana – rivela il sindaco – che proprio grazie all’impegno di Area Vasta potrà essere realizzato, con importanti interventi in relazione alla Vora, alla creazione di un Parco Acquatico ed alla riqualificazione di piazza San Domenico. Si tratta di interventi che investiranno Casarano già dal secondo accordo e che, proprio grazie al loro essere inseriti in una visione d’insieme e strategica di medio periodo potranno garantire ritorni anche economici certi e duraturi”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!