Autorizzazione paesaggistica. Gabellone: “Competenza alla Provincia”

In una lettera a Vendola ed Barbanente, Gabellone ha chiesto che le competenze in materia di autorizzazione paesaggistica passino alla Provincia

Palazzo dei Celestini è disponibile ad assumere le competenze per il rilascio dell’autorizzazione paesaggistica. Antonio Gabellone, presidente della Provincia di Lecce, lo ha comunicato in una lettera inviata a Nichi Vendola, presidente della Regione Puglia, e ad Angela Barbanente, assessora regionale all’Assetto del territorio. “In relazione alle disposizioni contenute nella legge regionale n° 20 del 07/10/09 ‘Norme per la Pianificazione paesaggistica’ e successive modificazioni ed integrazioni, più in particolare con riferimento all’art. 7, vi rappresento – scrive Gabellone – che la Provincia di Lecce è disponibile ad assumere le competenze per il rilascio dell’autorizzazione paesaggistica. Infatti – prosegue il presidente – la Provincia ha già approvato il Piano territoriale di coordinamento provinciale, oramai efficace da un anno, ed è pronta ad attivare tutte le procedure occorrenti per l’istituzione della Commissione prevista dall’art. 8 della già citata legge, nonché per la formazione della struttura tecnica in grado di assicurare adeguate competenze tecnico-scientifiche, distinta dalla struttura esistente cui è assegnato l’esercizio di funzioni amministrative in materia di pianificazione territoriale. Per assicurare – conclude Gabellone – condivisione delle scelte su una materia, il paesaggio, di grande interesse per la comunità salentina, auspico la vostra disponibilità ad un incontro nel quale possano essere definiti concretamente gli indirizzi per la concreta attuazione dell’esercizio delle competenze attribuite alle Province”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!