Castiglione. Il bambino ferito forse non perderà l’occhio

È stato sottoposto ieri ad un delicato intervento all’occhio sinistro il bambino ferito gravemente dall’esplosione di una bottiglia di petardi. Ha già perso la mano e l’occhio destro

Ricoverato d’urgenza presso il reparto di rianimazione dell’ospedale di Tricase, il bambino di undici anni di Castiglione di Andrano ferito da un maxi petardo. Ieri è stato così sottoposto ad un delicato intervento, per evitare che resti cieco. Nell’esplosione, avvenuta sabato intorno alle ore 18, l’undicenne ha già perso l’occhio destro e la mano sinistra. I medici hanno dovuto rimuovere la cataratta dall’occhio, impiantare il cristallino e suturare la cornea. Il professore Romolo Fedeli, direttore dell’équipe oculistica che lo ha seguito, è fiducioso. La prognosi, però, rimane riservata. Emergono intanto drammatici particolari sul caso: dalle dichiarazioni dei ragazzi che l’altra sera stavano giocando con una bottiglia di plastica, nella quale erano stati inseriti alcuni petardi, sembra che sia stato proprio il ragazzino a portare la bottiglia. I Carabinieri dovranno adesso verificare come il bambino abbia potuto procurarsi i botti: se li ha raccolti per terra inesplosi o se li ha ricevuti da qualcuno oppure se li abbia acquistati. Nell’ultimo caso resterebbe da trovare il responsabile che ha venduto al ragazzo il materiale pericoloso. Intanto si attende che le condizioni di salute del ragazzo migliorino per poter raccogliere la sua testimonianza sul fatto.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!