Il bilancio di fine anno di De Masi

Un resoconto sui primi sei mesi di governo ed un’anticipazione sulle novità future. La conferenza stampa di fine anno di Ivan De Masi, sindaco di Casarano

Concorsi interni ed esterni per il personale del Comune, con la possibilità di dare una mano agli attuali lavoratori precari. E’ questo il “botto” di inizio anno del sindaco di Casarano, Ivan De Masi, e della sua giunta. La novità è stata annunciata nel corso della conferenza stampa di fine anno, che si è tenuta il giorno di S. Silvestro ed è servita per fare un bilancio delle attività svolte dalla prima amministrazione De Masi. L’altro annuncio importante per l’anno appena iniziato riguarda la tassa sulla spazzatura. De Masi, infatti, si è impegnato “a quantificare l’aumento sulla Tarsu per il 2010 in misura certamente inferiore rispetto al 56% stabilito dal commissario ad acta”. “La mia visione dell’ente è tesa a perseguire un’azione politico-amministrativa volta al miglioramento della qualità dei servizi, garantendo l’ottimizzazione delle risorse e la riduzione dei costi”. E’ la filosofia di De Masi che ha fin qui caratterizzato l’azione amministrativa del suo esecutivo, reggendo i contraccolpi dovuti ai debiti e alla mancanza di liquidità. Il sindaco ha ricordato le tante attività svolte nel corso dei primi mesi del suo mandato: dall’emergenza rifiuti dei primi giorni di governo, alla nomina di tre donne in giunta (50%); dall’istituzione degli staff giovanili per ogni assessorato, alla firma del protocollo d’intesa con una banca per la cessione del credito; dai cantieri di lavoro per i disoccupati, all’ottimizzazione del servizio di trasporto pubblico urbano (oggi totalmente gratuito); dall’attivazione dei parcheggi rosa in favore delle donne in gravidanza, al riordino del sistema scolastico cittadino, con la riduzione dei poli da quattro a tre unità. Come si è detto, De Masi ha voluto brindare al nuovo anno con le novità sul personale. Saranno banditi concorsi per 21 progressioni verticali che consentiranno, ai dipendenti che hanno i requisiti per farlo, di poter concorrere per un avanzamento di carriera. L’amministrazione civica, inoltre, ha pensato ai tanti precari che lavorano a Palazzo dei Domenicani, cercando di stabilizzare il maggior numero di interinali. Il Comune ha previsto 14 concorsi part-time per esterni, ma prevedendo delle premialità per chi ha già lavorato nell’ente. Questo consentirà, secondo le stime, una riduzione del costo annuo dei lavoratori precari da circa 768mila euro a circa 300mila. “Dopo 24 anni – ha rivelato il sindaco – abbiamo messo mano alla pianta organica del Comune, rimasta sostanzialmente invariata per oltre un ventennio, cercando di valorizzare il personale e ottimizzando le risorse. Abbiamo cercato, in questo modo, di concretizzare la nostra visione strategica dell’ente, che ci consentirà di traghettare il Comune di Casarano verso il futuro. Il lavoro fatto ha tenuto conto del miglior funzionamento di ogni singolo ufficio. Sappiamo che è difficile e che questo comporta dei sacrifici, ma è necessario rendere la macchina amministrativa al passo con i tempi”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!