Tutti gli eventi di Natale a Lecce

GUARDA IL VIDEO.Fino al 6 gennaio, il capoluogo salentino propone un ricco cartellone di concerti, spettacoli teatrali e incontri letterari

Nessun grande evento per festeggiare la notte di San Silvestro a Lecce. «I soldi sono pochi e i tempi ristretti non ci hanno aiutato», ha detto l’assessore comunale con delega agli Spettacoli, Massimo Alfarano, durante la presentazione delle iniziative che animeranno le festività natalizie del capoluogo. Tuttavia, da oggi fino all’Epifania, il programma stilato dal Comune offre ben 17 spettacoli, tra musica, teatro e incontri letterari, che daranno spazio agli artisti locali. Il via questa sera, alle 18.30, con il concerto «Resonent in laudibus» del coro dell’Università del Salento e la polifonica «Vivaldi», diretti dal maestro Luigi De Luca, che si tiene in occasione dell’inaugurazione del presepe nell’anfitetatro romano. Domani, alle 21, Valentina Madonna music ensemble si esibisce al teatro Paisiello con il concerto «I sogni son desideri: il messaggio universale d’amore della Disney» (serata benefica a ingresso libero). Sul palco, Giuseppe Pica (chitarra), Maurizio D’Anna (voce), Antonio Aprile (violoncello), Angela Cosi (arpa) e Luigi Nicolardi (pianoforte). Domenica 27 dicembre, Ferula music session in piazzetta Castromediano, a cura dell’associazione «La Ferula». Lunedì 28, l’associazione «Fondo Verri» apre la nona edizione della rassegna «Le mani e l’ascolto» con incontri tra musica e letteratura che si terranno fino al 6 gennaio. Il via alle 21 con la presentazione del libro di Manila Benedetto, «Donne e altri animali feroci», e la musica di Stefano Pellegrino. Gli altri appuntamenti: martedì 29, Pierluigi Mele presenta il nuovo libro accompagnato dalle musiche di Raffaele Vasquez; il 30, la poesia di Giuseppe Greco e la musica del duo Gagliardi-Ingrosso; il 2 gennaio, le poesie di Guido Picchi e Maurizio Nocera che legge Totò, con le musiche di Raffaele Casarano e Marco Bardoscia; il 3 gennaio, Vito Antonio Conte presenta «Fuori i secondi» con le musiche di Emanuele Coluccia e Claudio Prima; il 4 gennaio, la poesia di Daniela Loviello si sposa con le musiche di Rachele Andrioli e Donatello Pisanello; il 5 gennaio, Mauro Tre e Irene Scardia accompagnano le poesie di Anna Maria Mangia e Patrizia Ricciardi; infine, il 6 gennaio, serata dedicata alle storie di «Salento da favola» di Roberto Guido (Qui Salento). Evento clou del menu di spettacoli proposti dal Comune, è poi la rassegna «Salento d’eccellenza suoni e movimenti» (ingresso 7 euro, inizio spettacoli ore 21) che si apre martedì 29 nel palazzetto dello sport (piazza Palio) con il concerto «Sule te iernu»: sul palco, Nidi d’Arac, Enza Pagliara, Antonio Castrignanò e Officina Zoè. Mercoledì 30, tocca invece allo spettacolo «Migranti express» con Mario Perrotta e Irene Scardia, Emanuele Coluccia e Vuaolè. La rassegna si chiude il 1 gennaio, con lo spettacolo «Preferisco un poeta. Il Salento canta De Andrè» che vede la partecipazione di Francesca Romana Perrotta, Ippolito Chiarello, Enza Pagliara, Alessia Tondo e Cesko (Après la classe). Infine, altri quattro concerti arricchiscono il programma di eventi natalizi del capoluogo salentino: il 2 gennaio, alle 20, nella Basilica di Santa Croce, il coro polifonico «Padre Igino Ettore» presenta «Dal mondo e per il mondo, lodiamo col canto il Salvatore»; il 3 gennaio, alle 18.30, nell’anfiteatro romano, si esibisce il coro dei Cantori di Ippocrate; il 5 gennaio, la basilica del Rosario ospita (ore 20) il coro polifonico San Gregorio Nazianzeno. Infine, per l’Epifania, piazza Sant’Oronzo si accende dalle 19.30 con il concerto «Metaphora night».

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!