La Via dei Presepi. Prima tappa

Parte oggi da Lecce il percorso turistico tra i presepi del Salento che ripercorre l’antica tradizione legata alle festività natalizie

Dopo il successo degli anni scorsi, ritorna “La via dei presepi”, in collaborazione con l’associazione “Le Città dei Presepi”. Si parte oggi con la prima tappa del percorso alla scoperta degli itinerari presepistici nel Salento. Il progetto “Città dei Presepi” nasce nel settembre 2007 e si prefigge l’obiettivo di destagionalizzare il turismo, in particolare il turismo religioso che esalta le tradizioni culturali locali. L’antica tradizione presepistica salentina rappresenta, infatti, una delle forme più raffinate dell’artigianato locale. È stato istituito, inoltre, un servizio di autobus gratuito tra le città dei presepi comprendente cinque percorsi. Grazie al successo riscosso nel 2008 i percorsi tra le città dei presepi sono stati raddoppiati poiché hanno aderito al progetto altri comuni ed associazioni. “La via dei presepi” rappresenta l’occasione per promuovere e valorizzare la secolare tradizione del presepe, allestito nei luoghi più suggestivi del territorio salentino, come cave dismesse, piazze, grotte naturali e frantoi ipogei. Per usufruire del servizio è obbligatoria la prenotazione presso l’Info-point del Castello Carlo V di Lecce allo 0832 246.517. Le prenotazioni sono valide fino a 15 minuti prima della partenza. Chiusura prenotazioni 24 dicembre 2008 ore 15.30. // Gli itinerariDa Lecce per Cutrofiano e Castro Partenza dal Castello Carlo V ore 17.00 Arrivo ore 21.30 – Da Lecce per Galatone e Gallipoli Partenza dal Castello Carlo V ore 16.30 Arrivo ore 22.00 Info. Castello Carlo V – Lecce 0832.246517 URP Comune di Lecce Numero Verde 800.215.259 Comune di Lecce – Assessorato alla Cultura 0832.682984 – 0832.682105 – 0832.682988 www.comune.lecce.it [email protected] www.viaggiareinpuglia.it

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!