Manni alla Fiera del libro

Quest’anno la casa editrice salentina sarà a Roma con l’evento“Più libri Più liberi”

Di Daria Ricci All’appuntamento romano dedicato all’editoria, la casa editrice salentina presenterà numerose novità in anteprima assoluta (tra tutte l’ultimo libro di Alda Merini) e sarà protagonista di un ricco calendario di eventi. Per “Più libri Più liberi”, Manni ha sempre avuto un’attenzione particolare. “L’importanza di una vetrina come “Più libri Più liberi” cresce in modo direttamente proporzionale al processo di concentrazione lungo tutta la filiera produttiva del libro: quindi siamo ai massimi storici di preziosità di occasioni come questa. Proprio perché gli spazi per i piccoli editori indipendenti si riducono sempre di più, in libreria come sulla stampa, il rapporto diretto con il lettore acquista una rilevanza enorme. E il pubblico di “Più libri Più liberi” è qualificato, attento”, dice Agnese Manni, direttore editoriale. Ecco il calendario: Domenica 6 alle ore 18 – Sala Diamante: Carla Cavalluzzi – Sergio Rubini – Domenico Starnone presentano il romanzo “Il cattivo soggetto”. Con gli autori intervengono Antonio Pascale e Walter Pedullà. Lunedì 7 alle ore 15 – Sala Ametista: “È finita la controra”, la nuova narrativa in Puglia a cura di Filippo La Porta. Interviene Filippo La Porta e, tra gli autori antologizzati, Carlo D’Amicis, Mario Desiati, Nicola Lagioia, Alessandro Leogrande, Elisabetta Liguori, Angela Scarparo Presenta Luca Mastrantonio. Martedì 8 alle ore 15 – Sala Corallo. Dario Salvatori presenta “L'angelo dalla faccia sporca. Goal e guai di Valentin Angelillo”. Con l’autore intervengono Fernando Acitelli e Valerio Piccioni.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!