Al lavoro il mondo della Cultura

GUARDA I VIDEO. Si è aperta stamani a Lecce la prima Conferenza provinciale sulla Cultura

Tra enti pubblici e privati, associazioni, artisti e altri operatori del settore, sono oltre 470 i soggetti coinvolti nella due giorni organizzata dalla Provincia per “studiare” le realtà culturali attive sul territorio. I partecipanti sono stati suddivisi in 7 gruppi di lavoro che nel pomeriggio discuteranno proposte e progetti da presentare al termine delle riunioni: Spettacoli dal vivo (sdoppiato nelle sezioni “Musica” e “Teatro e danza”), 107 adesioni; Editoria, 53; Audiovisivo, 35; Associazionismo, 126; Istituzioni culturali, 84; Arte, design e Architettura, 57. Ad aprire i lavori, stamani nel multisala Massimo di Lecce, è stato il presidente della Provincia, Antonio Gabellone. “Vorremmo realizzare un percorso – ha detto – che veda gratificate tutte le migliori realtà culturali che operano nella nostra provincia” Poi la vicepresidente e assessore alla Cultura, Simona Manca, ha illustrato gli obiettivi della Conferenza. “Siamo qui per ascoltare tutti gli operatori della cultura del territorio, per programmare insieme un cartellone di eventi di qualità da spalmare su tutto l'anno e da promuovere in Italia e all'estero”, ha sottolineato. “Puntiamo inoltre a creare un osservatorio permanente sulle attività culturali della provincia – ha aggiunto – per valorizzare al meglio le nostre risorse”. L'evento ha visto la partecipazione dell'arcivescovo Domenico D'Ambrosio. “E' un momento significativo per il nostro territorio – ha detto – perchè la Chiesa non può essere assente dal discorso culturale”. Nel corso della mattinata, sono intervenuti, tra gli altri, l'assessore regionale al Mediterraneo, Silvia Godelli, che ha sottolineato la necessità di coinvolgere il mondo imprenditoriale nella programmazione culturale, e il presidente della Fondazione Apulia Film Commission, Oscar Iarussi, che ha parlato del sostegno al cinema salentino: A partire dalle ore 15 si svolgeranno gli incontri in parallelo dei gruppi di lavoro, suddivisi per argomento e in sedi diverse: Spettacolo dal vivo nella Chiesetta del Museo provinciale “Sigismondo Castromediano”; Audiovisivo, nella Mediateca (3° piano) del Museo provinciale; Editoria, nella sala Pellegrino della Biblioteca provinciale “Bernardini”(2° piano); Associazionismo Culturale, nell'Auditorium del Museo provinciale “Sigismondo Castromediano” (2° piano); Istituzioni Culturali, nella Pinacoteca del Museo (3° piano); Arte, Design e Architettura a San Francesco della Scarpa (presso ex Convitto Palmieri). Se l'attività dei gruppi di lavoro non dovesse concludersi entro le ore 18 del giorno 2 dicembre, proseguirà nella mattinata del 3 dicembre dalle ore 9 alle ore 11. Domani, alle ore 11, poi, sempre il Cinema Multisala Massimo ospiterà la Sessione plenaria conclusiva, con la discussione e l'approvazione dei documenti redatti nei singoli gruppi di lavoro e gli interventi finali. La conclusione delle attività è prevista per le ore 14.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!