Il teatro dei piccoli è cresciuto

GUARDA IL VIDEO. Ai Cantieri Teatrali Koreja è partito Teatro in tasca – Spettacoli per grandi e piccini. Abbiamo intervistato Franco Ungaro

Ha compiuto quindici anni ma contiuna ad essere amatissimo dai bimbi di 6-14 anni. E' partita a fine novembre e durerà fino a marzo la stagione stagione teatrale interamente dedicata ai bambini e alle famiglie dei Cantieri Teatrali Koreja: Teatro in tasca – Spettacoli per grandi e piccini, con l'ormai consolidato doppio appuntamento, lo spettacolo mattutino delle ore 11.00 e quello pomeridiano delle 17.30. Abbiamo intervistato Franco Ungaro, Direttore organizzativo dei Cantieri Teatrali Koreja di Lecce: Da novembre a marzo, saranno 8 gli spettacoli che accompagneranno il cartellone dedicato ai più piccoli. Sul palcoscenico si avvicenderanno fiabe classiche come Cappuccetto Rosso di Fontemaggiore (Perugia), Rosaspina versione dolce e visionaria della Bella Addormentata del Teatro del Piccione di Genova, e Il Pifferaio Magico, di Accademia Perduta Romagna Teatri, ma anche storie nuove e originali come Storia di un uomo e della sua ombra di Principio Attivo Teatro di Lecce e Senza piume della compagnia La luna nel letto di Ruvo di Puglia (Bari), Zerogrammi vincitore del Premio di Coreografia Festival Oriente e Occidente 2008 e premiato come Miglior Spettacolo Festival Giocateatro 2009 di Teatrofficina Zerogrammi di Torino, Chisciotte Fenicottero del Teatro Cada Die di Cagliari e Mammatrigna de La Città del Teatro di Cascina (Pi) viaggio ironico e malinconico nell'universo materno. Ingresso per uno spettacolo sia adulti che bambini € 6,00. info: 0832.242000/240752 – [email protected]

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!