Moscara al Convitto Palmieri

Giancarlo Moscara – Anabasi, opere 1987 – 2009”. Alle ore 11.30 il vernissage di inaugurazione

A partire dalle ore 17.30, le sale dei Convitto Palmieri a Lecce ospiteranno “Giancarlo Moscara – Anabasi, Opere 1987 – 2009”, un’antologica ricca di novità e sorprese del maestro Giancarlo Moscara, che ritorna al pubblico pugliese e salentino rivelando tutte le novità della sua più recente ricerca. La mostra si svolge nell’ambito della rassegna “Puglia. Circuito del Contemporaneo”, organizzata dal Ministero per le Attività culturali, Regione Puglia, Sensi Contemporanei, Provincia di Lecce, Museo provinciale di Lecce “Sigismondo Castromediano”. Al vernissage di inaugurazione saranno presenti Antonio Gabellone, presidente della Provincia di Lecce, e Simona Manca, vicepresidente ed assessora alla Cultura. Con Giancarlo Mascara, accoglieranno il pubblico le note di Cesare Dell’Anna ispirate ai quadri dell’artista e i vini offerti in degustazione dalla Cantina Castel di Salve. La mostra, che sarà visitabile fino al 29 gennaio 2010, vuole essere un omaggio all’arte di un maestro che, nella sua inesauribile ricerca, con straordinaria eleganza e lezione di stile, si muove dalla pittura al digitale, tra carte e tele, intrecci e rifili, sperimentazioni e tecniche miste, indagando i contenuti e le forme di una modernità fluida e ricca di domande, da cui rimettere in moto il circuito del contemporaneo in Puglia. L’allestimento è un importante contributo della Provincia di Lecce alla rassegna regionale “Puglia. Circuito del Contemporaneo”. Per informazioni e richiesta materiali: Studio Moscara 0832-612896; 380-7558512; [email protected] Immagini e notizie critiche sulla mostra su www.quoquo.it.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!