Influenza A. “I sanitari devono vaccinarsi”

GUARDA IL VIDEO. Su 7mila salentini che si sono sottoposti al vaccino, solo l'11 per cento sono medici e infermieri. Per il direttore sanitario della Asl, Franco Sanapo, è un dato “allarmante”

Dall’inizio della campagna vaccinale le persone che hanno effettuato il vaccino in provincia di Lecce sono state 6mila e 719 e di queste solo il 12 per cento è personale sanitario. Un dato, quest’ultimo, che preoccupa non poco la direzione sanitaria della Asl, soprattutto se si tiene conto che dal 2 al 21 novembre sono state erogate 5mila e 838 dosi su 50mila e 511 fornite all’Asl, circa l’11 per cento. “Questa scarsa sensibilità verso la vaccinazione da virus A H1N1- dice Franco Sanapo, direttore sanitario dell’Asl di Lecce – va valutata in ogni sua forma. Per questa ragione martedì prossimo 1 dicembre alle ore 13 abbiamo deciso di convocare tutti i direttori dei distretti ed i referenti distrettuali per studiare insieme ogni possibile strategia di comunicazione rivolta sia alla popolazione a rischio che agli stessi sanitari”. Il gruppo di lavoro in questa azione di monitoraggio (coordinato dal direttore Sanapo) ha individuato una metodologia per stabilire quando procedere al potenziamento del servizio di continuità assistenziale attraverso un calcolo che tiene conto dei parametri, del tempo medio richiesto per ogni prestazione rapportati ad un numero di unità e medici presenti in servizio. Sulla questione interviene anche il direttore generale della Asl, Guido Scoditti:

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!