Una foto per l’integrazione

L’associazione no profit Socialtour organizza la prima edizione del concorso fotografico “Integrazione sociale”, una ricerca sull’identità del territorio locale

L’associazione Socialtour, operante nel settore della promozione sociale, organizza la prima edizione del concorso fotografico sul tema “Integrazione sociale”. Attraverso la fotografia, e a partire dal vissuto di ogni partecipante, il concorso mira a documentare la ricerca sull'identità e il carattere del territorio locale, l'interpretazione del rapporto tra gli abitanti e gli spazi della loro vita. Possono partecipare al concorso tutti i fotografi dilettanti e professionisti, ma anche i gruppi di studenti, appartenenti ad una stessa classe, delle scuole medie inferiori e superiori. I lavori delle tre categorie saranno valutati separatamente dalla giuria ed entreranno a far parte di tre classifiche separate. I file delle immagini dovranno essere obbligatoriamente in formato JPG, con estensione .jpg e .jpeg su supporto cd/dvd. Non sono ammessi altri formati, la dimensione minima dovrà essere di 1800×2700 pixel e l'ingombro non superiore a 5MB. Le fotografie possono essere consegnate fino alle ore 20:00 del 5/12/2009 (salvo rettifiche comunicate tempestivamente sul sito www.socialtour.org), direttamente nella sede dell'associazione Socialtour sita a Lecce in via G. Giusti, 17 o a mezzo postale indirizzato alla sede legale “Socialtour via B. Bonifacio, 32 – 73100 Lecce”. Durante la giornata di premiazione, comunicata sul sito www.socialtour.org e con e-mail a tutti i partecipanti, verranno consegnati i premi per ogni categoria. La quota di iscrizione è di 2,00 euro a copertura delle spese organizzative. Si possono presentare un massimo di 3 foto a persona. Per quanto non specificato si rimanda a quanto previsto dal bando. La partecipazione al concorso implica l'accettazione integrale del regolamento pubblicato sul sito www.socialtour.org o in presa visione direttamente presso la sede dell'associazione.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!