Casarano nel Gal Serre salentine

Il Consiglio comunale ha deliberato all’unanimità l’adesione alla società. Ciò veicolerà sul territorio casaranese i fondi previsti dal programma Leader del Piano di Sviluppo Rurale Puglia 2007-2013

Il Comune di Casarano ha aderito al “Gal delle Serre salentine Srl”. L’adesione è stata sancita dal Consiglio comunale, all’unanimità, nella seduta del 12 novembre scorso, e consentirà di veicolare sul territorio casaranese i fondi previsti dal programma Leader del Piano di Sviluppo Rurale Puglia 2007-2013. Nell’ambito delle varie direttrici d’intervento previste (turismo rurale, sostegno e commercializzazione delle produzioni tipiche ed artigianali, recupero del patrimonio culturale) l’esecutivo è in fase di programmare le idee progettuali in collaborazione con le associazioni, le imprese, i professionisti che hanno già manifestato interesse ad aderire. “E’ nostra intenzione – ha piegato Francesca Fersino, assessora alle Attività produttive – promuovere, ad esempio, il recupero di immobili nel centro storico che insieme ad uno degli immobili comunali possa costituire una struttura ricettiva; o individuare percorsi naturalistici che si integrino con le aziende agricole o agrituristiche già esistenti; o, ancora, individuare quella produzione artigiana di qualità che possa aspirare alla individuazione di un marchio identificativo del nostro territorio. Le possibilità sono molteplici; sta alla nostra progettualità individuare quelle più premianti sia in termini economici che di caratterizzazione della nostra zona”. Il Gal è una società a responsabilità limitata a capitale misto pubblico-privato. Il suo obiettivo principale è la valorizzazione delle risorse di imprenditorialità, storia, cultura e natura presenti nel Salento meridionale e specificatamente in quei Comuni caratterizzati dalla presenza delle serre salentine. Opererà, pertanto, nei seguenti settori: turismo rurale e servizi al turismo, produzioni tipiche e artigianali, servizi alla popolazione e per il tempo libero, recupero del patrimonio culturale. I Comuni che hanno già manifestato la loro volontà di aderire al Gal sono 14: Alezio, Alliste, Casarano, Collepasso, Galatone, Gallipoli, Matino, Melissano, Neviano, Parabita, Racale, Sannicola, Taviano e Tuglie.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!