Lecce. Notte bianca 2010

GUARDA I VIDEO Ritorna la magia a Lecce per il quarto anno consecutivo. La notte bianca salentina a consacrare simbolicamente l’inizio della stagione estiva

Ben quarantatre le piazze interessate, con spettacoli rigorosamente gratuiti, in questa notte bianca edizione 2010, che dal centro storico leccese ha raggiunto il centro moderno, mai toccato prima d’ora dalla festosa kermesse. Taglio del nastro alle ore 22.00, per dare il via a tutti gli spettacoli in lizza di questa quarta edizione, protrattisi poi fino alle prime luci dell’alba, che ha convogliato decine di artisti salentini e non. Centro di convergenza dell’evento e vetrina principale la centralissima Piazza Sant’Oronzo, con l’esibizione della formazione che nasce proprio per la notte bianca To Fengo – canti del Salento che raccoglie i nomi tra i più prestigiosi e noti della musica popolare salentina: Alessia Tondo, Carla Maniglio, Emanuela Gabrieli, Emanuele Licci e Ninfa Giannuzzi. Musica popolare anche a Piazza Mazzini con i Pizzicarusi, Cunservamara e il finale di Stella Grande e le Anime Bianche. Sempre nella piazza centrale, Colpo di Tacco ha presentato la sua linea per promuovere la collocazione geografica del territorio e altri luoghi di incontro e di memoria che arricchiscono il paesaggio dell'anima. Via Umberto I, con la splendida cornice di Santa Croce e Palazzo dei Celestini, ha ospitato sul palco il concerto dell'artista internazionale, considerata oggi la regina della Bossa contemporanea, Rosàlia de Souza, accompagnata dal Quintetto X, che si sono esibiti dalle 22.30 fino a mezzanotte inoltrata. La villa comunale ha invece aperto le sue prestigiose porte alla musica classica a cura di Eraldo Martucci: ad esibirsi il Trio Novecento, al piano Luigi Nicolardi, al fagotto Giuseppe Spedicati, al sax Alessandro Trianni. Si è alternata alla musica suonata dal vivo l’ascolto di brani tratti dall’opera omnia di Tito Schipa. Galleria Mazzini si è invece vestita di rosso, per ospitare in una inconsueta e originale atmosfera, la Milonga de la Noche Blanca, con performance di tangueri e tanta passione. Mentre la Corte dei Mesagnesi, attigua alle Officine Cantelmo, è stata dedicata alla musica da ballare con i Bassoborgo e la loro verve cantautoriale, il rockabilly dei Mood Orange e per chiudere il coreografico spettacolo dei Seventy Level che festeggiano il loro decimo anno di carriera. Ma anche molto spazio alla cultura, elevando il tenore di tutto l’evento grazie a nomi prestigiosi: il Teatro Romano, infatti, nella sua suggestiva ed evocativa atmosfera, ha ospitato Alessandra Mattioni, life coach con le sue tecniche di rilassamento e gestione dello stress per avviare il pubblico all’ascolto e non solo, coinvolgendolo anche in danze liberatorie: A seguire Ilaria Ferramosca con il suo lavoro Un riflesso nel vetro con la correlata esposizione di tavole e Nani, ballerine e altre suggestioni della scrittrice e giornalista Angela Leucci, con brani estrapolati dal suo romanzo e affidati alla voce narrante di Adele Maruccio: Angela Leucci è finalista al concorso letterario Streghe e vampiri di Giovane Holden edizioni e in attesa di pubblicare il suo ultimo lavoro: Presso piazzetta Orsini del Balzo ad aprire la serata i Poeti de l’Incantiere con uno spettacolo di poesia con intervalli musicali dell’oboista Matteo Mazzotta, tra i declamanti: Carlo A. Augieri, Salvatore Bello, Marilena Cataldini, Arrigo Colombo, Peppino Conte, Elio Coriano, Pier Paolo De Giorgi, Antonio Errico, Annamaria Ferramosca, Daniela Paladini, Antonio Tarsi, Walter Vergallo, Michelangelo Zizzi. Una delle novità della scorsa edizione, riproposta con gran successo è stata la rassegna Galleria d’arte all’aperto che ha dislocato nelle più belle vie del centro storico artisti, pittori, scultori e fotografi. Ciascuno di loro con un progetto artistico, nei portici di Palazzo Carafa, associazione Unicel, in Via Leonardo Prato Rosanna Giannico, Giuseppe Palasciano, Luisa Nascosto ed Egidio Marulli, in Piazzetta Riccardi Il Papavero d’Oro e Luigi Giordano, in Via Principi di Savoia Tiziana Blanco, Mino Tramacere, Massimo Sodero, Lupiae Comix, in Piazzetta Fanfulla Margherita Pirrazzo, Barbara Cellini e Annamaria di Maggio, in Piazzetta Panzera Chiflor, Luca Bruno e Brax e Marlet. In Via Trinchese, a cura di Strada d’Arte mostra pittorica di Makris Paris, estemporanee di artisti vari, strad’arte recycle and street art. Ancora arte in via Isabella Castriota Scandenberg con un omaggio a Keith Haring – falsi d’autore e copie rivisitate a cura di Salotto dell’Arte, in Corte dei Chiaramonte presso il Circolo Zei “Colori dall’India” reportage fotografico di Mattia De Filippi, “Pagine di Libertà” a cura di Raffaele Guastamacchio e degli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Lecce presso il Monastero delle Benedettine. E dopo aver spizzicato qua e là assaggini di arte salentina e non, che la stagione estiva abbia quindi inizio e che sia ricca di appuntamenti e iniziative culturali, così come lo è stata questa notte bianca.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!