Salento in piazza. A Verona

Dal 13 al 15 novembre Verona ospita “Salento in Piazza”. Turismo, enogastronomia, artigianato e solidarietà salentini in mostra in piazza Brà

di Daria Ricci Tutti i colori e i sapori del Salento. E non solo: anche solidarietà e promozione turistica. Artigianato locale, enogastronomia e sinergie per dire della nostra realtà salentina, in una tre giorni a Verona. La Provincia di Lecce, nell’ambito del programma di interventi per la promozione turistica del Salento, in collaborazione con la Camera di Commercio e Apt, ha organizzato un’edizione speciale di “Salento in Piazza”, all’interno della più vasta iniziativa denominata “Colori e sapori del Sud”. Si terrà a Verona, nella centralissima piazza Brà dal 13 al 15 novembre. “Un’azione tangibile – ha spiegato Francesco Pacella, assessore provinciale al Turismo e Marketing territoriale – in cui, oltre a creare contatti diretti tra produttori e operatori, viene associata l’opportunità di mettere in vetrina i prodotti, identificandoli con il territorio di provenienza, per garantire, in questo modo, un’offerta turistica realmente integrata rivolta a un mercato di grande interesse quale è il nord est”. L’assessore ha parlato pure di collaborazione culturale tra Verona e Lecce e di una serie di incontri tra i presidi delle scuole medie e superiori della provincia veronese per uno scambio di gite scolastiche. Oltre che di incontro con i Cral veronesi, sempre per una promozione turistica. “E sì perche Verona – ha sottolineato Stefania Mandurino, commissaria dell’Apt – è a due passi dal confine e indubbiamente contribuisce a una programmazione turistica di più ampio respiro”. “L’iniziativa – ha detto Alfredo Prete, presidente della Camera di commercio di Lecce – è arrivata dal basso, dalla richiesta dei commercianti e degli artigiani di portare fuori dal territorio i propri prodotti, dall’artigianato all’enogastronomia”. A Verona ci saranno dei box dove troveranno collocazione prodotti del territorio salentino ed anche la pietra leccese farà bella mostra di sé. Ai visitatori sarà inoltre distribuito materiale illustrativo delle aziende espositrici.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!