“Libertà è partecipazione”

GUARDA IL VIDEO. L’importanza di partecipare alla vita della collettività. Ieri, ad Ugento, la tavola rotonda organizzata in occasione del primo anno di attività del comitato civico “Io conto

Quanto il cittadino partecipa alla vita della sua comunità. Quanto è importante la sua partecipazione. Quanto è fondamentale il suo coinvolgimento nei “fatti” di tutti. “Il cittadino e la cosa pubblica: responsabilità e partecipazione” è stato il tema della manifestazione che ha avuto luogo ieri sera ad Ugento, presso il cine-teatro dell’oratorio “San Giovanni Bosco”. Organizzato dal comitato civico “Io conto”, in occasione del primo anniversario dalla sua nascita (“non una celebrazione del comitato civico – ha spiegato Vito Rizzo, presidente di Io conto – ma una promozione del vivere democratico”) e con il patrocinio del Centro servizi volontariato Salento. Una tavola rotonda, così è stato strutturato il convegno, sul ruolo dei cittadini nella partecipazione alla cosa pubblica, a cui è seguito un dibattito durante il quale sono intervenuti in maniera assai attiva i presenti tra il pubblico. Alla tavola rotonda, coordinata da Luigi Russo, presidente del Centro servizi volontariato Salento, hanno preso parte esponenti del mondo politico, dell'associazionismo e del giornalismo, tra cui Maria Luisa Mastrogiovanni, direttora del Tacco d'Italia. L'iniziativa persegue lo scopo prioritario di “Io conto”, ovvero rendere i cittadini consapevoli del loro importante ruolo in una società democratica e soprattutto nel confronto, attivo e costruttivo, con la “cosa pubblica”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!