Adelchi. I sindaci con i lavoratori

GUARDA IL VIDEO. Undici sindaci ieri sera a Palazzo Gallone a Tricase per garantire il proprio aiuto ai 500 operai in emergenza occupazionale

Un documento di intenti per il sostegno concreto ai 500 lavoratori Adelchi in scadenza di cassa integrazione nei prossimi giorni. E’ questo il risultato dell’incontro che ha avuto luogo ieri sera presso il Comune di Tricase e che ha radunato undici sindaci di altrettanti Comuni del basso Salento. Oltre agli stessi operai e alle loro famiglie. Una riunione affollata ed animata in cui non sono mancati momenti di toccante tensione tra i presenti. Con i primi cittadini che hanno promesso tutto l’impegno possibile per cercare una soluzione all’emergenza ed i lavoratori che hanno denunciato il fatto che il gruppo Adelchi affiderebbe all’esterno dell’azienda, a piccole realtà del territorio (nel Capo di Leuca, a Poggiardo ed a Casarano) commesse che preferisce non smaltire internamente. Antonio Musarò, sindaco di Tricase, ha riferito che il piano industriale di Adelchi dovrebbe essere pronto e che domani dovrebbe essere presentato al prefetto; resta, tuttavia, un debito di 35 milioni di euro accumulato nei confronti di Inps, banche e fornitori e che è diventato praticamente insanabile. Per stamattina sono previste nuove manifestazioni di piazza e nuovi vertici tra rappresentanti istituzionali.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!