Rissa in discoteca. Spunta un coltello

Sabato di sangue. Scoppia una rissa in discoteca. Un diciottenne è ricoverato nel reparto di chirurgia al “Vito Fazzi” di Lecce

Serata apparentemente tranquilla all’interno della nota discoteca di Torre Chianca, terminata con la consueta rissa tra gruppi rivali. Una parola di troppo, uno sguardo in più sono i soliti motivi all’origine della zuffa, ma dalle parole ai fatti la strada è stata breve e questa volta le mani non sono bastate. Il componente di uno dei due gruppi ha infatti sfoderato un coltello e ha colpito con due pugnalate Marco Palma sul dorso lombale, all’altezza dei reni. Alla vista del sangue i componenti di entrambi i gruppi hanno abbandonato il ferito, dandosela a gambe. Scattato l’allarme, sono subito intervenute sul posto un’ambulanza del 118 e due gazzelle di Carabinieri della compagnia di Lecce. Dopo aver ricevuto le prime cure dal personale del 118, il giovane è stato trasportato d’urgenza al “Vito Fazzi” di Lecce dove i sanitari non hanno ancora sciolto la prognosi. Gli investigatori dell’arma hanno interrogato il gestore, i di pendenti e i frequentatori del locale, ma ancora non ci sarebbero novità sull’identificazione dell’accoltellatore. Sul fatto indagano i Carabinieri di Lecce.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!