Daniele Cretì:”Il centro termale entri in funzione”

Il sindaco di Santa Cesarea intima la Terme spa a dare esecuzione entro breve tempo al contratto di rilancio del complesso termale che sorge a nord della città, e annuncia che in caso contrario partiranno le azioni legali conseguenti

Daniele Cretì scrive al presidente del consiglio di amministrazione delle Terme, Salvatore Serra, per chiedere il recupero e la messa in funzione dello stabilimento Nuovo centro termale (di proprietà comunale) per il quale dal 26 agosto 2005, il comune e le stesse Terme avevano stipulato un contratto di concessione in uso. “Sono trascorsi più di quattro anni senza che la società abbia provveduto a dar corso a quanto previsto ed accettato. Il complesso termale – dice Cretì – è nella piena e totale disponibilità della Santa Cesarea Terme Spa, ed attualmente versa in uno stato di totale abbandono che rischia di pregiudicarne definitivamente il suo utilizzo, oltre a rappresentare un pericolo per la sicurezza del sito ed un evidente danno per l’ente Comune”. “Considerato il persistente inadempimento del contratto da parte della Terme spa, si chiede – continua Cretì – che sia data immediata esecuzione al richiamato contratto con espresso avvertimento che in mancanza, decorsi 30 giorni dalla ricezione della presente lettera, si darà corso senza ulteriore avviso alle conseguenti azioni giudiziarie a tutela degli interessi del Comune, compresa una eventuale azione di risarcimento del danno”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!