La Provincia offre aiuto all'Università

Antonio Gabellone, presidente della Provincia, risponde all'appello di Domenico Laforgia, rettore dell'Univesità del Salento, ad istituire un tavolo di concertazione per risollevare l'Ateneo

“L’invito del rettore dell’Università del Salento Domenico Laforgia va accolto, e per questo intendo recepire la sua proposta di avviare una concertazione istituzionale che abbia come obiettivo la tutela del patrimonio culturale e accademico prodotto in questi decenni dall’Ateneo salentino”. Così Antonio Gabellone, presidente della Provincia di Lecce, ha risposto all'allarme lanciato nei giorni scorsi da Domenico Laforgia, rettore dell’Ateneo salentino, sui tagli del Governo all’Università e sulla conseguente necessità di aumentare le tasse le universitarie. “Il tavolo di concertazione chiesto dal massimo rappresentante dell’Università – ha continuato Gabellone – è una iniziativa razionale e ragionevole, che nella mia piattaforma programmatica trova anche il riscontro della territorialità ampia e vasta del nostro Ateneo, che può essere ancor più nel tempo centro culturale di raccordo tra Lecce, Brindisi e Taranto nell’ottica auspicata di un rilancio dell’idea del Grande Salento. Per entrare nello specifico dei compiti e dei ruoli dell’Amministrazione Provinciale – ha ricordato il numero uno di palazzo dei Celestini – stiamo già verificando lo stato degli immobili di nostra proprietà che hanno come destinazione d’uso l’edilizia scolastica, di modo da poter razionalizzare e rendere ancora più efficiente e meno dispersiva la rete degli istituti di nostra competenza e contribuire in maniera decisiva almeno alla soluzione dell’annoso problema della dispersione dell’attività didattica. Allo stesso modo intendiamo contribuire a rendere più efficace l’offerta formativa dell’Università del Salento, dimostrando all’ateneo salentino tutta la nostra collaborazione in questo percorso di razionalizzazione e di miglior utilizzo degli edifici di proprietà provinciale. Ciò in considerazione, soprattutto, dell’importanza del ruolo dell’Università nella crescita sociale, formativa e professionale delle nostre giovani generazioni, oltre che della valenza enorme del nostro Ateneo come serbatoio vivo di cultura”. Per questo nei giorni scorsi si sono tenuti dei sopralluoghi ad alcune strutture di proprietà della Provincia, da parte dello stesso presidente e di Marcella Rucco, assessora alla Pubblica Istruzione, oltre che dei dirigenti di settore. “L’intenzione dell’Amministrazione provinciale, in questo campo – ha concluso Gabellone – è anche quella di prendere in esame e valutare ipotesi di soluzioni congiunte con il Comune di Lecce”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!