Scacco alla Scu

38 tra capi clan ed affiliati alla Sacra corona unita sono finiti in manette all'alba di oggi per reati di sangue commessi tra il 1987 ed il 2002

Polizia e Ros dei carabinieri insieme per un maxiblitz che ha coinvolto principalmente la provincia di Lecce, ma anche altre località italiane. 38 arresti in tutto, tra capi clan ed affiliati alla Sacra corona unita, accusati di omicidio e tentato omicidio aggravato dal metodo mafioso. Lecce è stata svegliata all’alba, oggi, dal fragore degli elicotteri delle forze dell’ordine. Numerosi tasselli mancanti finalmente trovano posto all’interno del filone d’inchiesta denominato “Maciste”, all’interno del quale rientrano anche volti sconosciuti alle forze dell’ordine per reati, invece, già noti. Le indagini, che hanno preso il via nel 2002, hanno permesso di ricostruire, tenendo conto anche delle dichiarazioni di diversi collaboratori di giustizia, moventi, autori e mandanti di oltre 18 omicidi e dieci tentati omicidi commessi tra il 1987 ed il 2002, durante la guerra di mafia e della lotta tra fazioni rivali. All’epoca a Lecce si contendevano il territorio i clan dei De Tommasi e dei Tornese e, in un secondo momento, i membri interni allo stesso clan De Tommasi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!