“Da Grosseto potevamo tornare con tre punti”

Daniele D’Odorico, presidente del Gallipoli Calcio, dopo il risultato ottenuto domenica scorsa, sul campo del Grossetto, dai giallorossi gallipolini guidati da mister Giannini ha l'amaro in bocca

Se non fosse stato fischiato contro il Gallipoli un calcio di rigore inesistente, come hanno dimostrato tutte le immagini televisive, forse i destini di quell’incontro sarebbero stati nettamente diversi. Patron D'Odorico ha l'amaro in bocca, ma è certo che l’esperienza che stanno maturando, tornerà utile per le prossime partite, a cominciare da quella con il Sassuolo di sabato prossimo. A tal proposito rinnova l’invito ai tifosi del Gallipoli di seguire la squadra al via del Mare in maniera massiccia, poiché, sarà importante sentire l’affetto della città, così come è stato a Grosseto laddove gli ultras si sono fatti sentire. Aggiunge poi: “Gli abbonamenti che finora sono stati sottoscritti sono un po’ pochini. Credo che questa compagine e questo gruppo meritino un po’ più di fiducia. In fin dei conti, sottoscrivere un abbonamento è più che altro un atto d’amore e di fiducia verso la propria squadra, a prescindere. Se poi quell’atto di fiducia viene ricambiato, così come stiamo facendo noi, dall’impegno della società di allestire una rosa forte e competitiva (una rosa che stiamo provvedendo a impreziosire con qualche altro bel colpo di mercato), allora il binomio è fatto. Noi siamo certi, in maniera più convinta e più convincente, della sottoscrizione di un numero di tessere ben più alto di quello abbiamo adesso raggiunto. È questo il primo anno di Serie B e, pertanto, non ci può essere assuefazione, abitudine e pallida consuetudine. Ci deve essere, invece, entusiasmo, coinvolgimento, calore, partecipazione, tutte cose che il popolo gallipolina in questi anni ha sempre dimostrato di avere”. Adesso si tratta semplicemente di trasferire questa grande carica umana 30 km più a nord. Adesso si tratta semplicemente di far sentire quell’attaccamento incessante dall’Antonio Bianco al Via del Mare. Conclude Daniele D'Odorico: “La distanza tra Lecce e Gallipoli non può far diminuire la proverbiale passione gallipolina e penso proprio che già con il Sassuolo anche noi potremo contare su quel dodicesimo uomo in campo che da sempre è stato uno dei segreti più importanti della grande scalata al calcio che conta della nostra squadra”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!