Regolarizzazione colf e badanti. CISL a supporto delle famiglie

Le famiglie che hanno fatto ricorso alla collaborazione di lavoratori italiani, comunitari ed extracomunitari in qualità di colf o badanti potranno ricorrere alla procedura di emersione e regolarizzazione di tali rapporti di lavoro

Dal 1° al 30 settembre le famiglie che hanno fatto ricorso alla collaborazione di lavoratori italiani, comunitari ed extracomunitari in qualità di sostegno domestico (colf) o di assistenti a persone affette da patologie o handicap (badanti) potranno ricorrere alla procedura di emersione e regolarizzazione di tali rapporti di lavoro. Tale procedura di emersione prevede il pagamento da parte del datore di lavoro di un contributo di Euro 500 quale sanatoria del pregresso. Al fine di garantire un corretto e qualificato supporto alle famiglie interessate la CISL di Lecce, in sinergico rapporto con l’ANOLF, il Patronato Inas e il CAAF Cisl, ha attivato un servizio di consulenza e di disbrigo della pratica di emersione presso le sedi di Lecce, Casarano, Tricase, Maglie e Campi Salentina secondo il seguente calendario: INAS Sede di Lecce : lunedì ore 9 – 12 – mercoledì 9 – 12 e 16 – 18.30 Sede di Casarano: lunedì 9 – 12 – giovedì 9 – 12 Sede di Tricase: mercoledì e venerdì 9 – 12 e 16 – 18.30 Sede di Maglie: dal lunedì al venerdì 9 – 12 e 16 – 18.30 Sede di Campi S.: martedì 9 – 12 e 16 – 18.30 – venerdì 9 – 12 ANOLF Sede di Lecce: dal lunedì al venerdì dalle ore 16.30 alle 18.00 CAAF – CISL Presso tutte le sedi, secondo gli orari consueti di apertura, sarà svolta attività di consulenza ed informazione in relazione alla regolarizzazione ed alla assistenza contrattuale ed eventuale elaborazione cedolini paga.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!