Simona Manca:”Salento da Opera”

Per l’assessore alla cultura si tratta di un’importante operazione culturale. Cinque le piazze salentine interessate

La 40ma stagione lirica della Provincia di Lecce, organizzata da Simona Manca, apre la sua parentesi estiva. Primo appuntamento a Novoli, venerdì in piazza Margherita dove, sotto la direzione artistica del maestro Filippo Zigante, andrà in scena il melodramma di Mascagni “Cavalleria Rusticana”. Grande è l’attesa e la soddisfazione per questo per questo cartellone estivo che, per la prima volta, toccherà ben cinque comuni diversi: Novoli, Maglie, Calimera, Lecce e Taviano. “La stagione lirica estiva di quest’anno vuole essere molto più di un’appendice all’aperto di quella invernale. Vuole essere un primo esempio di come l’assessorato alla Cultura che ho l’onore di guidare, di concerto con il presidente Antonio Gabellone e l’intera Amministrazione Provinciale, intenda pensare in grande organizzando eventi che sappiano ben coniugare l’alta qualità del prodotto alla capillarità della sua diffusione nel nostro territorio”, dichiara la vice presidente Simona Manca. “Nasce da qui l’intenzione – continua la vice presidente – di portare la grande Opera anche fuori dalla Città di Lecce, nelle piazze di centri piccoli e grandi, dove essa possa trovare un pubblico sempre nuovo, interessato e più vario, trasversale ad ogni età e classe sociale. Ritengo, infatti, che sia compito delle istituzioni pubbliche non solo produrre cultura ma anche renderla davvero per tutti, non solo a parole ma nei fatti concreti. Cominciamo a far questo, appunto, portando la Lirica nelle piazze del Salento”. Gli altri appuntamenti della rappresentazione: sabato 22 agosto, a palazzo De Marco, a Maglie, e domenica 23, in piazza Del Sole, a Calimera. I biglietti della stagione lirica estiva della Provincia di Lecce sono in prevendita, al costo unico di euro 10 € presso l’URP della Provincia di Lecce e presso tutti i comuni che ospiteranno gli spettacoli.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment