Casarano: calzaturificio nei guai

La Guardia di Finanza di Lecce ha contestato ad un calzaturificio un danno erariale di 147.257,36 euro

Nell’ambito dell’attività di controllo economico del territorio condotta dalla Guardia di Finanza di Lecce, con particolare riferimento al settore “Danni erariali” è stato realizzato uno specifico intervento in seguito al quale è stato accertato che un’azienda della provincia, esercente l’attività di fabbricazione di calzature, utilizzando documentazione falsa, ha percepito indebiti finanziamenti POR Puglia 2000/2006 per quasi 150 mila euro. I militari della tenenza della Guardia di finanza di Casarano, dopo complesse indagini, hanno segnalato alla competente Procura della Repubblica di Lecce i soggetti a vario titolo coinvolti nelle indagini per i fatti penalmente rilevanti, e sono stati rimessi al vaglio della Procura regionale della Corte dei conti di Bari per la valutazione dei profili di responsabilità amministrativa per danno erariale di 147.257,36

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment