Altra bomba ai danni di uno studio legale

Secondo attenato nel giro di due settimane ai danni dello studio associato di via II Giugno, a Giorgilorio, frazione di Surbo

Le modalità sono le stesse utilizzate nel primo attentato: una bomba piazzata davanti al cancello d'ingresso. Il secondo attentato nel giro di pochi giorni, la bomba è scoppiata alle cinque e dieci di ieri pomeriggio, e a detta degli inquirenti, era di medio potenziale, confezionata artigianalmente. Di mira ancora lo studio associato di Oronzo Trio, commercialista e ricercatore presso l'Università di Teramo e della moglie, Alessandra Lezzi, 37enne, avvocato specializzato nel civile e attualmente impegnata presso il centro studi meteorologici di Lecce. I danni dell'ordigno sono gli stessi: vetrina del gazebo in frantumi, infinssi anneriti, rivestimenti in legno spappolati e le schegge delle vetrata che hanno ammaccato la carrozzeria dell'auto della coppia.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment