Vendola due vs Pd

Il Pd salentino deluso contesta le scelte del governatore, che intanto prepara le deleghe ai nuovi assessori. Sul fronte dell'inchiesta sulla sanità, il governatore è stato sentito dal pm Digeronimo

Accolta tra le polemiche la nuova giunta di Vendola. Le perplessità sono state espresse soprattutto dal Pd, che non ha gradito “lo schiaffo” a Frisullo e l'esclusione immotivata (come anche quella di Frisullo) di Enzo Russo. Ma il governatore prosegue nel suo lavoro per portare a compimento l’insediamento della nuova giunta che oggi si riunirà. Queste le nuove deleghe firmate ieri da Vendola: Loredana Capone oltre alla Vicepresidenza ha la delega allo Sviluppo economico, Fabiano Amati la delega alle Opere pubbliche, Onofrio Introna si occuperà di Ecologia, Michele Losappio di Lavoro, cooperazione e formazione professionale, Dario Stefano Agricoltura, a Magda Terrevoli la delega del Turismo e Gianfranco Viesti Mezzogiorno e diritto allo studio. Ora Vendola dovrà sperare che, nonostante le incomprensioni col Pd, i compagni di coalizione non decidano per un ribaltone. Voci vicine al Pd sembrerebbero non escludere l’ipotesi di una fuoriuscita del Partito Democratico dalla maggioranza regionale, nonostante D'Alema abbia dato indicazioni diverse ai “suoi”, invitandoli a sostenere il Vendola-bis. 6 luglio 2009 Vendola bis. La vicepresidenza rimane al Salento Prende vita l'atteso Vendola bis, dopo l'azzeramento della Giunta voluto dallo stesso presidente per fugare ogni dubbio sulle indagini avviate dalla Magistratura di Bari. Sandro Frisullo sarà sostitutito da Loredana Capone, sia alla vicepresidenza che nella gestione dello Sviluppo economico. Con lei un'altra vecchia conoscenza del Pd, il consigliere regionale otrantino Dario Stefàno, di recente avvicinatosi all'UDC e al movimento Io Sud. Un tassello di quel centro al quale Vendola si era rivolto inutilmente per cercare di allargare l’asse del proprio governo. E difatti dall'UDC e Io Sud arrivano puntuali le prese di distanza dal neo assessore Stefàno. Insieme ai due salentini, entrano in giunta il tecnico Gianfranco Viesti, presidente dell’Agenzia regionale tecnologia e innovazione (Arti), Magda Terrevoli, presidente regionale dei Verdi e presidente della Commissione regionale pari opportunità, Fabiano Amati, vicepresidente dell’Anci Puglia. Escono dalla Giunta (ma rientrano in Consiglio regionale), oltre a Frisullo e Russo, anche Mimmo Lomelo, Marco Barbieri e Massimo Ostillio. Stamattina Nichi Vendola sarà ascoltato in Procura a Bari come persona informata dei fatti relativamente all'indagine sulla sanità pugliese che ha coinvolto l’ex direttore generale della Asl di Bari, Lea Cosentino.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!