Ci ragiona e canta

Pillole di storia brasiliana nella musica di Gilberto Gil

Chi non ci ha mai fatto un trenino in discoteca alzi la mano. Soprattutto il ritornello, qualunque dj da strapazzo poteva estrapolarlo e infilarlo in un suo medley casereccio. E lì partivano i cori: ah-ah-ah-ah!… oh-oh-oh-oh!… A Natale, capodanno, carnevale e pentolaccia, le comitive di impiegati in trasferta l’adoravano. I brasiliani son fatti così, leggeri anche sui temi più pesanti. Cosa che a volte li danneggia, perché non li si prende sul serio. “Toda menina baiana”, dell’ex ministro Gilberto Gil, parla di croci e delizie dell’arrivare primi. Ogni ragazza di Bahia ha il suo incanto, il suo modo di fare, i suoi difetti. Belli o brutti, sono tutti doni di Dio. Anche Salvador di Bahia ha avuto i suoi “doni”. Prima terra, prima capitale; prima messa, primo indio ammazzato; primo carnevale e prime condanne alla gogna, che da quelle parti chiamavano “pelourinho” e oggi è il nome di un quartiere alla moda. Gilberto ci ragiona e canta, ma soprattutto balla e fa ballare. Non invita a dimenticare, ma forse un po’ a sopportare. È come se volesse dire che la Storia è un brutto quarto d’ora, solo un po’ più lungo. Basta aspettare che passi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment