Frigole. Semifinale di pesca in apnea

Tra i partecipanti due salentini. Luigi Puretti, tesserato per “I Corsari” di Martignano e Michele Racioppi del “Cjs Atlantide” di Copertino

Il tratto di mare compreso tra Frigole e Casalabate ospiterà venerdì e sabato prossimi la semifinale B del Campionato Italiano di pesca in apnea. Organizzato dall’Associazione Sportiva Dilettantistica “Centro Blu Mare” di Lecce presieduta da Annarita Bucari, il campionato è patrocinato dal Coni Lecce, dalla Regione Puglia, dalla Provincia di Lecce e dal Comune di Lecce, che ha dato un contributo anche a livello organizzativo attraverso l’assessorato allo Sport di Massimo Alfarano. Il campionato ha preso ufficialmente il via domenica scorsa con il sorteggio dei campi gara (le cui coordinate e fotografie possono essere visionate sul sito http://lecce.conipuglia.it) che da ieri sono a disposizione degli atleti partecipanti per i sopralluoghi di rito. Alle ore 17.00 di domani, presso la lega navale di Frigole presieduta da Alessandro Cargiulo, si svolgerà la cerimonia di presentazione, cui seguirà la riunione con la direzione di gara (direttore Francesco Lanna, giudice Mario Borsesi), l’accredito degli atleti e la distribuzione del materiale. Alle ore 8.00 di venerdì il via alla competizione vera e propria, che andrà avanti 5 ore (comprese le due tranches da 15 minuti, concesse a chi vuole effettuare spostamenti sul campo); alle ore 14.30 le operazioni di pesatura e la composi-zione della prima classifica parziale. Lo stesso programma sarà rispettato anche sabato 20 giugno quindi, dopo aver stilato la classifica definitiva (frutto della somma delle due parziali), alle ore 18.30 la premiazione dei vincitori. Tra i partecipanti ci saranno anche due salentini: si tratta di Luigi Puretti, tesserato per “I Corsari” di Martignano e Michele Racioppi del “Cjs Atlantide” di Copertino. Come da regolamento, il peso minimo valido delle prede è di 400 grammi: sarà vie-tato pescare tutte le specie di cernie, squali, razze, polpi, seppie, calamari, rombi, sogliole, pesce luna, pesce balestra, rana pescatrice e tutti i tipi di crostacei. Dieci è il numero massimo consentito di prede. La classifica viene stabilita in base al peso complessivo delle prede valide più i bonus, che vengono concessi a chi pesca dieci unità per specie consentita, alla preda più grande ed alle prede speciali (dentice, orata e spigola). I primi dieci classificati delle semifinali B (a cui sono ammessi gli atleti qualificati nelle prove delle zone di competenza di Marche, Puglia, Abruzzo, Molise, Campania, Calabria, Basilicata, Sicilia e Sardegna), delle Semifinali A (zone Liguria, Pie-monte, Valle d’Aosta, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Trentino Alto Adige, Toscana, Lazio, Umbria, Emilia Romagna e Lombardia) ed agli Assoluti 2008 accederanno alla Finale del Campionato Italiano, in programma a settembre a Trapani.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!