Ad Otranto uno sportello “S.O.S. Sanità”

Da ieri presso il centro anziani sito in via De Donno è attivo uno sportello di “Informazione sanitaria” denominato “S.O.S. Sanità”, a disposizione dei cittadini otrantini

L’amministrazione comunale, in collaborazione con l’associazione di volontariato “S.O.S. per la vita”, da ieri ha attivato presso il centro anziani sito in via De Donno uno sportello di “Informazione sanitaria” denominato “S.O.S. Sanità”. Lo sportello, a disposizione dei cittadini otrantini, potrà contare sul prezioso contributo di circa quaranta operatori volontari appositamente formati nei mesi scorsi, e sarà aperto al pubblico nei giorni di lunedì e giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12.00. Chiunque volesse prenotare visite mediche e specialistiche presso le strutture della Asl potrà recarsi personalmente allo sportello o telefonare allo 0836 805341. Tale iniziativa è stata presentata presso la Sala Triangolare del Castello Aragonese sabato scorso, 30 maggio, alle ore 10.30. Presenti il sindaco Luciano Cariddi, il dr. Franco Sanapo, Direttore Sanitario ASL Lecce, il dott. Ilio Palmariggi, Presidente dell’Associazione “S.O.S. per la Vita”, e Rita Tarantino, sempre di “S.O.S. per la Vita”. Il dott. Palmariggi ha aperto la mattinata ringraziando quanti si sono spesi per questo progetto, soprattutto Rita Tarantino e la Consigliera alle Pari Opportunità Lavinia Puzzovio, e ha poi aggiunto: “Sanapo è l’uomo della concretizzazione. Rita Tarantino è il motore dell’intera azione sinergica, colei che da undici anni ha acceso un faro sulle cose che non vanno e che cerca di far comprendere che la salute appartiene a tutti noi”. La parola è poi passata al sindaco Cariddi: “Per località turistiche come Otranto è più facile perdere il tessuto sociale, il quale rischia di affievolirsi se non si ricuce qualche strappo che si viene a creare. La nostra città non può diventare una marina perché è una comunità che vive. Sono molto felice che questo progetto si sia concretizzato perché dà risposte utili. Grazie a questo lavoro si sta dimostrando come la sanità si stia avvicinando alla gente. Così cresce un territorio. Otranto può oggi vantarsi di fornire servizi utili per i concittadini e per i visitatori”. Ilio Palmariggi ha poi letto i messaggi di chi non è potuto intervenire: Nichi Vendola, Guido Scoditti, Minervini, Serenella Molendini. Subito dopo Luciano Cariddi ha firmato la dichiarazione di intenti sottoscritta anche da Scoditti. Franco Sanapo ha poi ribadito: “Tra la Asl e l’Amministrazione Comunale di Otranto c’è un legame simbolico e importante. Tra un’associazione di volontariato e chi è chiamato ad amministrare c’è normalmente un rapporto conflittuale. E questo è accaduto anche tra me e Rita all’inizio. Finché non abbiamo imparato ad interloquire. Io segnalavo un problema e lei cento. Ci siamo guardati in faccia e abbiamo capito che nella sanità ci sono tanti problemi. Abbiamo collaborato per dire cosa deve fare il cittadino e cosa l’amministrazione”. E ha proseguito: “Il CUP è un servizio reale per il cittadino che non deve spostarsi dal suo Comune per prenotare una visita. L’unificazione delle Asl non è stata indolore. Siamo riusciti solo di recente ad avere un sistema unico di prenotazione. Adesso si tratta di fornire un supporto informatico. Parlare un linguaggio comune tra soggetti differenti è molto difficile ma importante. Diceva bene il sindaco: una città turistica vive di servizi e quello sanitario è fondamentale”. Rita Tarantino ha poi manifestato la sua soddisfazione per il percorso svolto: “Il volontariato si fa tutti i giorni dell’anno. Ogni anno si ammalano tantissime donne di cancro alla mammella. In Puglia di meno, ma ne muoiono di più perché c’è poca informazione. Le donne sono tutte uguali e questa uguaglianza la possiamo ottenere solo con lo screening che è partito da poco nel Salento. Finalmente è l’istituzione che bussa alla porta, prende le donne e le accompagna. Ci sono tantissime criticità purtroppo. La senologia è una disciplina multifunzionale e ha bisogno di tante professionalità”. La signora Tarantino ha anticipato che prossimamente sportelli “S.O.S. Sanità nasceranno ovunque. Di prossima apertura quello di Poggiardo, a testimonianza del fatto la presenza del sindaco Silvio Astore. A seguire, la consegna ai volontari degli attestati di partecipazione al corso di formazione.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!