Incidente mortale. A 17 anni

Travolto da un auto nel giorno del suo 17esimo compleanno. Il sindaco di Campi salentina proclamerà lutto cittadino

E’ morto nel giorno del suo 17esimo compleanno. Ancora prima di festeggiare; l’avrebbe fatto la sera. Se n’è andato in una maniera tragica e crudele. Simone Versienti, di Campi Salentina, dove viveva con la madre rimasta vedova e con il fratello gemello, a Carmiano era giunto a bordo di una moto Cagiva 125 guidata da un amico. Lì il destino ha voluto che la sua vita si spegnesse. Dai primi rilievi dei carabinieri sembra che l’incidente si sia sviluppato in due fasi. La prima avrebbe coinvolto la moto ed una Renault Clio; nell’attraversare l’incrocio segnalato da uno stop, il Cagiva sarebbe andato a sbattere sul fianco dell’auto che si sarebbe fermata alcuni metri dopo sul marciapiede. I due ragazzi a bordo del veicolo sarebbero stati sbalzati sull’asfalto. Simone, in particolare, sulla carreggiata opposta. Lì sarebbe stato travolto da un’Alfa 147 guidata da un 26enne di Veglie. Il ragazzo sarebbe stato agganciato sotto la parte anteriore dell’auto e trascinato per circa 50 metri. I soccorsi del personale del 118 si sono rivelati vani. Il sindaco di Campi Salentina proclamerà una giornata di lutto cittadino. Le altre persone coinvolte nell’incidente hanno riportato ferite lievi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!