Servizi sociali. Il quadro reale della situazione

La precisazione di Lecciso a seguito dei dati forniti dal CSV. L'assessore traccia il quadro reale

In relazione ai dati forniti nei giorni scorsi dal centro servizi volontariato Salento sui servizi sociali nella nostra provincia è opportuna una precisazione. Si tratta di cifre, innanzitutto, riferite al 31 dicembre 2007 e quindi non indicative di quanto compiuto successivamente a quella data. Ad oggi nell’Ambito Territoriale Sociale Lecce 1, infatti, sono 59 i progetti avviati (ed in buona parte conclusi) su un numero complessivo di 82 previsti. In particolare sono 34 quelli conclusi (27,88%), 18 quelli in corso di attuazione (14,76%), 12 in corso di appalto (9,84%) e 18 non avviati (14,76%) di cui 10 che fanno capo ad un unico progetto. L’assessore ai Servizi Sociali Fulvio Lecciso spiega inoltre che nel luglio 2008 sono stati assegnati i contributi per la natalità a 28 nuclei familiari e che nel dicembre 2008 è stata aggiudicata la gara per l’attivazione dell’assistenza domiciliare ADS e per l’assistenza domiciliare ADI. Nel gennaio scorso è stata approvata la graduatoria per l’assegno “prima dote” di cui hanno beneficiato 193 nuclei familiari a seguito dell’istruttoria delle 1900 istanze pervenute e sono stati spesi i contributi per 217.863,67 euro per il contrasto alla povertà. Nel marzo 2009 sono stati definiti i progetti individualizzati per soggetti gravi/gravissimi, area disabilità e area anziani, per un importo rispettivamente di 217.259,89 e 250.218,00 euro. “Sicuramente in questi anni – spiega l’assessore Lecciso – si sarebbe potuto fare di più e in fretta, ma come tutte le nuove società anche l’Ambito Territoriale ha faticato a darsi una organizzazione corrispondente ai bisogni espressi. In un primo tempo il nucleo centrale dell’organizzazione era rappresentato da consulenti esterni alle amministrazioni comunali componenti. In fase successiva, evidenziata l’esigenza di informare costantemente i singoli Comuni all’attività dell’Ambito stesso, si è utilizzato per il funzionamento esclusivamente personale distaccato da ogni Comune per 12 ore settimanali. “L’Ambito Lecce 1 – prosegue – ha poi scontato il fatto di non essere un ambito omogeneo (unico caso in Puglia). E’ composto da dieci Comuni con popolazione assai diversificata numericamente, nove Comuni dell’Ambito non eguagliano la popolazione del Comune capoluogo. Conseguentemente sono assai diversificate le esigenze del Comune di Lecce e dei piccoli Comuni e questo ha comportato sicuramente un rallentamento dell’attività amministrativa e soprattutto ha fatto sì che non fosse riversata quasi completamente all’interno dell’Ambito l’attività svolta in campo sociale dai singoli Comuni, come invece – conclude Fulvio Lecciso – è avvenuto in altri ambiti”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!