Fersino da sola. Contro il PdL

L'ex coordinatrice di Forza Italia resiste alle lusinghe di Fitto

E' risultato vano l'ultimo tentativo del ministro per gli Affari Regionali di convincere Francesca Fersino a fare un passo indietro. Non è bastata l'offerta di una candidatura alla Provincia e, in caso di vittoria del PdL, anche di un assessorato, oltre alla conferma di coordinatrice del partito. Domani la bancaria annuncerà la sua discesa in campo

Il Popolo della Libertà casaranese alla ricerca disperata di recuperare il rapporto con Francesca Fersino e il suo gruppo. Sono continuati fino all’altra sera, infatti, i tentativi dei vertici del PdL di ricucire lo strappo e riportare nella coalizione l’ex commissario cittadino di Forza Italia. Gli sforzi, però, sono risultati vani e nemmeno una chiamata del ministro per gli Affari Regionali, Raffele Fitto, è riuscita a convincere la bancaria a fare un passo indietro e a ritornare nei ranghi berlusconiani. Pare che alla Fersino il ministro, oltre alla candidatura alla Provincia, abbia assicurato, anche in caso di mancata elezione, un posto di assessore provinciale e la conferma di coordinatrice cittadina del partito. La signora, che per cinque anni ha retto le redini di Forza Italia e poi del PdL, portandolo a diventare il primo partito della città, ha deciso di correre da sola e domani pomeriggio dovrebbe annunciare ufficialmente la corsa per Palazzo dei Domenicani. Per rimanere nello schieramento di centro-destra, che sosterrà Claudio Casciaro, è confermata la lista allestita dall’associazione “Idee Insieme” e dall’Acas, il sodalizio dei commercianti che sarà annunciata a giorni. Intanto l’associazione presieduta da Giuseppe Coletta ha passato all’Acas i documenti ricevuti dallo Sportello Unico del Comune relativi al procedimento del nuovo supermercato di viale Ferrari. “Dal Suap – ha spiegato Coletta – non abbiamo ricevuto tutta la documentazione e ci hanno fatto sapere che la parte iniziale non ci interessa. Tuttavia, dovremmo essere noi a dire che cosa ci interessa e che cosa non ci interessa. Da parte nostra, in base alla documentazione che abbiamo acquisito, riteniamo che ci siano luci ed ombre sul procedimento. Nello specifico si evincono alcuni passaggi poco chiari che necessitano di ulteriori approfondimenti”. “Idee Insieme” ha passato i documenti all’Acas, che sta verificando la regolarità della procedura, in attesa di accedere alla documentazione completa. L’Acas è pronta a dare mandato ai propri legali, qualora venissero riscontrate delle irregolarità. Il 6 e 7 giugno si voterà anche per la Provincia e si cominciano a delineare le candidature del collegio di Casarano. Il movimento “Io Sud” si affida a Fernando Rizzello (l’annuncio su Facebook), giovane esponente che ha retto fino a pochi giorni fa Azione Giovani e Alleanza Nazionale; il Partito Democratico ha indicato Gabriele Caputo, vice sindaco uscente, ed aspetta il via libera della sezione di Supersano; per il PdL gira una voce clamorosa: il partito avrebbe offerto la candidatura ad Antonio Memmi, assessore uscente alle Politiche Sociali.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!