Acrobazie da barman free styling? Un corso

Si riparte il 3 giugno

Per un corso barman di primo e secondo livello che finisce, un altro che ne riparte. Dal tre giugno, infatti sarà possibile imparare le tecniche acrobatiche free styling

Si è concluso da pochi giorni il corso barman di primo e secondo livello e già il C.A.T. Confcommercio Lecce riparte con un nuovo progetto di Free Styling rivolto alla categoria, per creare nuovi barman “acrobati” anche a Lecce. La tecnica del working flair- free style è già da tempo in uso tra i barman che operano in discoteca che spesso preparano cocktail in modo acrobatico per stupire o quanto meno incuriosire gli avventori e stimolare così anche la consumazioni. Le acrobazie non sono certo improvvisate ma si svolgono con azioni gestuali coordinate, appartenenti ad una tale specifica tecnica che affascina i giovani ma che sta interessando sempre più i barman “navigati” per diversificare ed ulteriormente qualifica il loro lavoro. Oggi il barman free styling non è richiesto solo dalle discoteche e dai locali dove si svolgono spettacoli, ma è possibile trovarlo anche negli esercizi minori che intendono diversificare l’offerta ed attirare nuova clientela. Alla luce dunque di una sempre maggiore richiesta di tali professionalità il C.A.T. Confcommercio Lecce ha organizzato un corso Barman Free Styling che avrà luogo a Lecce a partire dal 3 giugno, presso la Sede della Confcommercio Provinciale. Il corso tenuto dal maestro barman Gabriele Aresi di Milano si svolgerà in 4 lezioni di 5 ore ognuna dalle 9,00 alle 14,00. Al termine del corso ad ogni partecipante verrà rilasciato un attestato di partecipazione di “barman free styling” che sarà utile per accrescere il proprio curriculum professionale ed avere nuove e più vantaggiose occasioni di lavoro. Per informazioni ed iscrizioni ci si può rivolgere alla segreteria dei corsi di questa Confcommercio dalle ore 8,30 alle ore 14,00 e dalle ore 15,30 alle ore 18,30, tenendo conto che la professionalità specifica può interessare anche le donne di “bar lady”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment