Pneumatici forati. Nel mirino un assessore di Guagnano

L'ultimo episodio si è verificato pochi giorni fa

Dal 2005 ad oggi ha subito tre atti vandalici ai danni della sua auto. Un assessore di Guagnano comincia a credere che si tratti di gesti intimidatori

Si tratta di una semplice casualità o di atti intimidatori? In quattro anni, infatti, un assessore del Comune di Guagnano, che preferisce mantenere l’anonimato, ha subito tre episodi vandalici ai danni della sua autovettura. Il primo ha avuto luogo nel 2005: qualcuno versò dell’olio per freni sulla carrozzeria della macchina arrecando un ingente danno economico. Il secondo, due anni dopo: ignoti tagliarono i copertoni di tutte e quattro le ruote. L’ultimo, solo pochi giorni fa: tornando da una riunione con i colleghi amministratori, l’assessore ha notato due buchi provocati probabilmente tramite un punteruolo su due ruote dell’auto, che si trovava parcheggiata in una strada poco illuminata nelle vicinanze del Comune. Se si trattasse di semplici atti vandalici sarebbe una strana combinazione; tuttavia, se invece ci si trova in presenza di gesti intimidatori, la vittima non riesce a spiegare la motivazione che potrebbe aver spinto i responsabili ad agire.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!