Bloccata droga pr un milione. Scafisti in fuga

La polizia sventa sulla costa uno sbarco di stupefacenti

Più di tre quintali di marijuana sequestrati dalla polizia a Lecce. Valore della droga: un milione. I due scafisti, che provenivano dall'Albania, sono fuggiti

Ad attendete il gommone stracarico di droga i mezzi della polizia che controllavano a vista costa e mare. E' scattata poco dopo le 4 e 30 di ieri l'operazione della Questura leccese che ha portato al sequestro di 321 chili di marijuana pronti ad essere immessi sul mercato nazionale. Gli investigatori avevano iniziato a tenere sott’occhio il litorale leccese da qualche settimana e all’alba di questa mattina, quando ormai gli scafisti stavano per attraccare con il carico di droga, sono stati individuati dagli agenti della Squadra nautica, la cui sede operativa è a Gallipoli, comandati dall’ispettore Aldo Chetta. E l’operazione della polizia non è stata certo facile, perché gli agenti, con il supporto da terra dei colleghi delle Volanti, hanno dovuto operare con visibilità scarsa, dato che a quell’ora, tra le 4 e le 5 è ancora buio. Gli scafisti stavano per raggiungere la riva a bordo di un gommone lungo 8 metri, che montava un motore fuoribordo di 300 cavalli, risultato poi rubato a Foggia. Ma quando hanno capito che ormai la polizia stava per raggiungerli, si sono tuffati in mare, cercando ad ogni modo di portarsi dietro qualche panetto di droga, ma che per la concitata fuga hanno preferito lasciare in acqua. Raggiunta la riva, sono fuggiti per le campagne facendo perdere le proprie tracce. I corrieri hanno però commesso un errore: nelle fasi concitate che hano preceduto la fuga hanno, infatti, lasciato sul gommone, oltre alla droga, anche alcuni indumenti e soprattutto un telefono cellulare che potrebbe fornire tracce preziose per ricostruire provenienza, movimenti e destinazione del carico di marijuana.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!