Aste truccate. Sequestrato il tesoro di Romano

Il patrimonio si aggirava intorno ai tre milioni

Giorgio Romano sei mesi fa fu indagato per usura ed estorsione in un giro di aste truccate. Ucciso poi da una sua vittima. Oggi terreni, fabbricati, auto, quote societarie e conti correnti sono stati sequestrati. Valore: oltre tre milioni e mezzo

Venne trucidato con cinque colpi di pistola all’interno del suo capannone. Sullo sfondo, una vicenda di aste giudiziarie. Si tratta del 61enne Giorgio Romano, di Matino, freddato con una pistola calibro 9 la mattina del 13 settembre 2008 da Vincenzo De Salve, macellaio di 55 anni, di Parabita, la cui azione di fuoco sarebbe da ricollegare ad una sua proprietà acquisita dalla vittima. Ora, a seguito di un’articolata indagine condotta dai finanzieri del nucleo di polizia tributaria, è stato sequestrato l’ingente partrimonio intestato a Romano ed alla moglie accumulato negli anni. Su richiesta del sostituto procuratore Francesca Miglietta sono stati sequestrari locali commerciali e civili abitazioni, terreni con annesse coloniche e suoli edificatori, autovetture, quote societarie e disponibilità finanziarie per un valore di tre milioni e mezzo di euro, tra Parabita, Matino e Casarano.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno.In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!