Estorceva denaro agli anziani. Chiesti tre anni

La sentenza il prossimo 9 aprile

Si faceva consegnare la metà delle indennità Inps dagli anziani dietro la minaccia della revoca di pensione e arretrati. Rischia tre anni ed una multa di 6mila euro per estorsione

Tre anni di reclusione ed una multa di 6mila euro per Giuseppe Guerrieri, 66enne di Guagnano, arrestato nell’aprile di due anni fa con l’accusa di estorcere agli anziani le indennità corrisposte all’Inps. Li ha chiesti il pm Donatina Buffelli nel processo con rito abbreviato. Guerrieri, titolare di un’oreficeria fino al 1990 ed oggi in pensione, è fratello del sindaco di Guagnano. Il processo prende in esame un solo caso di estorsione, sebbene siano state circa 600 le pratiche analizzate dai carabinieri del nucleo operativo della Compagnia di Campi Salentina. Furono loro ad arrestare Guerrieri, mentre stava uscendo da casa di una 79enne del posto. Aveva con sé circa la metà dei 5mila euro che la donna aveva ricevuto dall’Inps come arretrati. Guerrieri risponde di estorsione perché per farsi consegnare la metà dell’indennità Inps, fece presente alla donna ed ai suoi figli che se si fossero rifiutati di corrispondergli quanto chiedeva, avrebbero pagato con la revoca della pensione ed anche degli arretrati. Il 9 aprile la sentenza; a pronunciarsi in merito ai fatti sarà il gup Annalisa De Benedictis.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!